Home TvFilm«Si accettano miracoli»: trama, cast e trailer

«Si accettano miracoli»: trama, cast e trailer

Una esilarante commedia diretta e interpretata da Alessandro Siani

Foto: Fabio De Luigi e Alessandro Siani sul set di "Si accettano miracoli"  - Credit: © Claudio Iannone

20 Gennaio 2018 | 19:52 di Lorenzo Di Palma

Diretto e interpretato da Alessandro Siani e arrivato nelle sale nel 2015, Si accettano miracoli, l'esilarante storia di un ?tagliatore di teste? pentito, è il secondo film da regista per l'attore napoletano dopo il successo de Il principe abusivo. Siani lo ha definito una «favola comica» o anche una «fantasy-comedy», che «mette insieme gli elementi fantastici tipici delle fiabe, con gli ingredienti classici della comicità: gag, battute e situazioni comiche». E per interpretarlo ha chiamato un cast di assoluta solidità composto da Fabio De Luigi, Serena Autieri, Ana Caterina Morariu, Giacomo Rizzo e Giovanni Esposito. Oltre che un nutrito gruppo di bambini, per la prima volta sullo schermo.

Trailer

La trama

C'era una volta Fulvio (Alessandro Siani), tagliatore di teste senza scrupoli di una nota multinazionale, che dopo aver fatto piazza pulita dei rami secchi dell'azienda viene a sua volta licenziato. La sua reazione non esattamente composta gli costa cara: un mese di servizi sociali da scontare nella casa famiglia di suo fratello Don Germano (Fabio De Luigi), parroco di un piccolo borgo del sud d'Italia. Da manager consumato e scaltro qual è, Fulvio non ci mette molto a capire che per aiutare suo fratello, i bambini e il paese c'è bisogno di un vero e proprio ?miracolo?. E quindi, all'insaputa di tutti, se ne inventa uno. Questa idea all'inizio sembra funzionare a meraviglia e quel borgo dimenticato da Dio si trasforma in un luogo di culto e pellegrinaggio per migliaia di devoti. Ma quando il Vaticano invierà sul posto i vescovi a fare le verifiche del caso, il piano di Fulvio comincerà a vacillare... Si accettano miracoli coniuga la favola in stile disneyano con le atmosfere tipiche della nostra tradizione, dando vita a una commedia divertente e magica. In una parola ?da favola?.