“Viaggi di nozze”: cast, trama e trailer

Dagli anni Novanta, una commedia di culto diretta e interpretata da Carlo Verdone

Viaggi di Nozze  Credit: © C.G.G. Tiger
22 Maggio 2021 alle 16:42

Viaggi di nozze è una commedia del 1995 diretta e interpretata da Carlo Verdone che in tre episodi che racconta vizi e virtù della coppia italiana e che è diventato oramai un “cult movie” per i fan dell’attore e regista romano.

Il protagonista del primo episodio è il professor Raniero Cotti Borroni, medico pignolo e logorroico con la sua nuova ipersensibile moglie. Il secondo episodio racconta il viaggio di nozze di un timido bancario piuttosto sfortunato. Il terzo episodio vede in scena un ex bullo arricchito alle prese con la compagna.

Numerosi gli aneddoti delle riprese. Per esempio, subito dopo la scena del tuffo in piscina di Ivano, Verdone si ruppe la colonna vertebrale e per questo fu operato. Mentre Veronica Pivetti ha raccontato la scomodità dell’abito da sposa: «Era terribile da portare, non riuscivo a muovermi, era pesantissimo, non lo auguro a nessuno». Infine la celebre battuta “O famo strano” è nata perché, negli anni ’90, a Carlo Verdone era capitato di sentire in giro la frase “me sento strano”

Il cast

Carlo Verdone (Raniero Cotti Borroni, Giovannino, Ivano), Sergio Rubini (Vanni), Veronica Pivetti (Fosca), Claudia Gerini (Jessica), Cinzia Mascoli (Valeriana), Nanni Tamma (Padre di Giovannino), Maddalena Fellini (Mamma di Giovannino), Gloria Sirabella (Gloria), Edoardo Siravo (Stefano), Luis Molteni (professor De Vitis), Martino Scovacricchi (colonello Cassian).

Il trailer

La trama

Film in tre episodi che vuole raccontare vizi e virtù della coppia italiana. Il protagonista del primo episodio è il professor Raniero Cotti Borroni, medico pignolo e logorroico con la sua nuova ipersensibile moglie. Il secondo episodio racconta il viaggio di nozze di un timido bancario piuttosto sfortunato. Il terzo episodio vede in scena un ex bullo arricchito alle prese con gli incontenibili appetiti sessuali della sua compagna.

Seguici