Giulia e Talisa Jade, le nuove Veline di “Striscia la notizia”

Conosciamo meglio le due nuove Veline che sostituiscono Shaila e Mikaela

Talisa Jade Ravagnani e Giulia Pelagatti con il Gabibbo  Credit: © Massimo Sestini
23 Settembre 2021 alle 08:38

Giulia Pelagatti, la mora

Toscana di Prato, 22 anni, Giulia Pelagatti danza da quando aveva 11 anni. La passione di una bambina è diventata presto uno sport (è stata campionessa mondiale di Modern e Jazz Dance e di Show Dance) e poi una professione che l’ha già portata spesso in tv. Dopo il debutto nel 2016 nella scuola di “Amici” di Maria De Filippi, l’abbiamo vista in show come “Domenica In”, “Colorado” e “Felicissima sera”.

Giulia, è il momento di raccontarsi. Solo tre parole, però…
«Tre aggettivi: solare, determinata ed empatica. Sono una persona che vede sempre il bicchiere mezzo pieno, che ama porsi degli obiettivi per avere i giusti stimoli, e che ama condividere il suo tempo e le sue energie con gli altri».

Torniamo al principio di questa nuova avventura: un giorno le dicono che è stata scelta lei…
«La notizia me l’ha data al telefono Manuela Bertolo, la coreografa di “Striscia la notizia”. Ero in auto, di ritorno da un lavoro: ho frenato appena ho potuto, sono scesa, ho fatto una gran corsa per allontanarmi il più possibile dalle persone, e ho cacciato un urlo… Poi ho chiamato i miei, con la voce tremolante dall’emozione».

Ad accompagnarla in questa avventura ci sarà Talisa Jade: che ne pensa?
«Che è stata una bella notizia nella bella notizia, perché ci conosciamo da un paio d’anni e insieme ne abbiamo passate di tutti i colori, nel lavoro e nella vita».

Siete già amiche, dunque…
«Abbiamo lavorato insieme nell’estate del 2020, poi Talisa Jade ha cominciato a frequentare l’accademia di danza di Genova dove io sono “cresciuta” e lì abbiamo stretto la nostra amicizia, tanto da andare a vivere insieme».

C’è una Velina “storica” a cui potrebbe ispirarsi?
«Mi ricordo l’allegria che mi trasmetteva Federica Nargi. Ero piccola, non ballavo ancora, ma quando vedevo i suoi stacchetti mi arrivava qualcosa che non saprei definire se non come “armonia”. Nei suoi occhi e in quelli di Costanza Caracciolo vedevo il divertimento, l’energia».

Allarghiamo l’orizzonte: qual è la sua artista di riferimento?
«Mina! Ma sia chiaro che io non sono “una” fan: io sono la sua fan numero uno! Se mi chiedono con quale artista vorrei collaborare, non c’è Beyoncé che tenga: Mina tutta la vita! Oh, mi emoziono solo a parlarne: sono davvero matta».

Avete già iniziato a lavorare con la squadra di “Striscia la notizia”?
«Abbiamo già iniziato a imbastire i primi stacchetti, e sono belli intensi. Del resto, ci avevano detto di presentarci allenate… La coreografa sapeva di avere a che fare con due ballerine professioniste, quindi ha cercato di inserire tutto quello che sappiamo fare meglio: salti, giri, pezzi super energici… Saranno anche 30 secondi, ma dietro c’è un gran lavoro».

È tutto come se lo aspettava?
«Non saprei dirlo. Per me è ancora un sogno, è come se stessi tra le nuvole. Ci hanno subito detto che “Striscia” è come una famiglia e questo l’ho sentito chiaro e forte, ma faccio davvero fatica a parlare delle mie emozioni. Un subbuglio? Un’onda? Non riesco neanche a trovare una metafora».

E di quel collega chiamato Gabibbo vogliamo dire qualcosa?
«Beh, intanto io credevo che non seguisse la musica, che si muovesse un po’ a caso, e invece quando si muove ha un grande stile. E che energia, poi: ne ha quasi più lui che noi Veline!».

Talisa Jade Ravagnani, la bionda

La nuova Velina bionda ha due nomi e ci tiene: lei è Talisa Jade. Di cognome fa Ravagnani, ha 20 anni ed è nata a Milano; a 3 anni, però, è volata a Dubai, e da lì è andata negli Stati Uniti, dove ha cominciato a danzare e poi a lavorare come ballerina e modella. La vediamo ballare nei video di “Look at her now” di Selena Gomez (2019) e “Psyco” di Arisa (2021): tra questi due impegni si colloca il suo ritorno in Italia, partito da “Amici” e proseguito in vari spettacoli, televisivi e non.

Talisa Jade, anche con lei partiamo da un autoritratto in tre parole…
«Temo che siano poche, però… Vabbe’, diciamo creativa, determinata e avventurosa. Io amo sempre cercare un nuovo modo per fare le cose, sono costantemente curiosa di novità. Poi sono una che supera qualsiasi ostacolo per arrivare all’obiettivo; è l’insegnamento di mia madre: stare concentrati, tenere i piedi per terra e la testa alta, e provarci. E poi l’avventura… Io cerco tanta adrenalina e sono sempre pronta a qualsiasi cosa avventurosa si possa fare. Oh, nulla di illegale, però: sono pazza, sì, ma sana!».

A proposito di avventura, un giorno si ritrova di fronte ad Antonio Ricci che le apre le porte di “Striscia la notizia”. E che cosa succede?
«Ero con Giulia quando ci hanno detto che l’avremmo conosciuto, in videochiamata. Ero paralizzata dall’ansia, ma lui mi ha fatto sentire subito a mio agio. Ha creato un ambiente molto “sciallo”, molto rilassato, ma anche pieno di rispetto per tutti».

È un bel vantaggio anche affrontare “Striscia” al fianco di un’amica come Giulia, no?
«Credo che la vita me l’abbia fatta incontrare perché non potevamo che essere amiche. Al primo impatto eravamo già sorelle! Abbiamo anche litigato tanto, ma sono quelle liti dalle quali esci sapendo che c’è un legame di amicizia che durerà sempre. Ci equilibriamo bene, e guarda dove siamo arrivate!».

Nella sua vita, però, c’è anche un mito “di famiglia”: il nonno materno…
«Sì, Joe Torre… Nel baseball professionistico americano è un mito (grande giocatore e allenatore, è membro della National Baseball Hall of Fame, ndr), anche se mi fa sempre strano sentirlo dire. Mi ha insegnato tante cose, a partire dalla necessità di essere sempre umili: spero che il suo esempio di serietà ed eleganza sia utile anche a gestire la fama che auguro a me e a Giulia di trovare».

C’è una Velina che prenderebbe a esempio?
«Elisabetta Canalis, certo: bellissima e bravissima. E poi Federica Narghi… Nargi, anzi! Eh, ogni tanto la mia pronuncia americana salta fuori… La vedevo da bambina e m’incantava questa energia con cui si lanciava in ogni cosa che faceva».

Avete incontrato Shaila e Mikaela? Che cosa vi hanno detto?
«Ci hanno consigliato di goderci ogni momento di questa esperienza. Di superare ogni stanchezza, ogni difficoltà, perché un giorno riguarderemo a questi giorni e ci mancheranno tantissimo, al di là di qualunque fatica avremo fatto. Ogni secondo di “Striscia la notizia” varrà come mille sorrisi».

Il Gabibbo, invece, che cosa le ha detto?
«Appena l’ho visto, avrei voluto già ballare con lui. È arrivato muovendosi su questi piedini con un ritmo che invogliava proprio a danzare, a scherzare, a vivere in allegria. E comunque non vedo l’ora di cominciare a fargli dei dispetti: so già che anche con lui si costruirà un’amicizia lunga e bella».

Seguici