Home TvGli scapoli delle fiction, chi vorreste sposare?

Gli scapoli delle fiction, chi vorreste sposare?

Dal più allergico al matrimonio al più "appetibile": abbiamo messo in fila gli scapoli delle fiction. Da Montalbano a Rocco Schiavone, passando per Claudio Conforti e Giuseppe Lojacono

Foto: Alessandro Gassmann è l'ispettore Giuseppe Lojacono ne «I bastardi di Pizzofalcone»

03 Febbraio 2017 | 16:07 di Stefania Zizzari

Casi di rapimento, omicidi, morti sospette, misteri legati al passato… i protagonisti maschili delle fiction (specie quelle poliziesche) sono sempre alla ricerca della verità. E c’è chi punta sulla simpatia, chi su una mente intuitiva, chi ancora su uno sguardo irresistibile e chi su bicipiti e pettorali ben delineati, nascosti a stento da una divisa o da un camice bianco. Ma questi nostri eroi moderni sono tanto risoluti in azione quanto impacciati quando si tratta di maneggiare i sentimenti.

L’esempio più recente è quello dell’ispettore Lojacono della serie di Raiuno «I bastardi di Pizzofalcone», che a ogni puntata appassiona sette milioni di spettatori. «Uno dei segreti del suo successo è la scrittura» sostiene Alessandro Gassmann, che sullo schermo presta il volto al poliziotto. «La serie è tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni, del quale sono un lettore appassionato da sempre, e si vede! Per le fiction, attingere alla letteratura di qualità è importantissimo». L’ispettore Lojacono non è il classico eroe senza macchia e senza paura, anzi. Accusato ingiustamente di collusione con la mafia, infatti, cerca di riscattarsi. «È taciturno, solitario, non ha un carattere facile. Ma è un grande osservatore e ha una spiccata sensibilità che lo aiuta a leggere nel profondo le persone» continua Gassmann, «peccato non sia altrettanto abile nelle questioni di cuore. Non a caso, è separato dalla moglie e ha una figlia adolescente con cui sta cercando di recuperare un buon rapporto». Ma Lojacono è anche un uomo rispettoso delle donne, dal cuore buono, leale, ed è pronto a rimettersi in gioco e fare sul serio con il magistrato Laura Piras, interpretato da Carolina Crescentini. Ed è così che ci è venuta l’idea di stilare una classifica semiseria di «sposabilità» dei più affascinanti protagonisti delle nostre fiction. Alcuni di loro, infatti, sono scapoli impenitenti, altri conquistatori seriali, altri «portatori di disastri» e altri sono proprio uomini da sposare!