Il cuore di Anna Falchi batte per la tv e… le polpette

Conduce con Salvo Sottile "I fatti vostri". E nel nostro magazine sulla cucina ci propone un piatto che le ha insegnato la mamma

Anna Falchi
5 Ottobre 2021 alle 08:13

Se la sta cavando benissimo nella sua nuova veste di conduttrice a “I fatti vostri”. Anna Falchi affianca Salvo Sottile al timone dello storico programma del mattino di Raidue, condotto fino alla scorsa edizione da Giancarlo Magalli. E il primo bilancio di questa avventura è positivo sotto tutti i punti di vista.

Anna, come sono andate le prime due settimane di lavoro in “Piazza”?
«Favolose. Al mattino mi sveglio felice di andare a lavorare. Con il resto del cast fila tutto liscio e avere il pubblico in studio mi dà una bella carica. Con Salvo, poi, ci capiamo al volo: basta solo uno sguardo».

E pensare che prima della trasmissione non vi conoscevate…
«Davvero! Ci eravamo incrociati una volta al cinema con i nostri bambini, ci siamo salutati da lontano».

Cosa ha scoperto di lui lavorandoci insieme dal lunedì al venerdì?
«Che balla benissimo. E non solo perché in passato, come me, ha partecipato a “Ballando con le stelle”, ma ha proprio il ritmo nel sangue. Si vede: prima di andare in video, dietro le quinte, accenniamo sempre qualche passo di danza sulle note dell’orchestra di Stefano Palatresi per darci la carica».

Il regista Michele Guardì, la mitica voce del Comitato, l’ha già “bacchettata”?
«Incrociamo le dita… ancora no. Durante una pausa della prima puntata è sceso giù in studio lasciando un attimo la regia. In genere questo è un segno di minaccia incombente. E invece voleva solo complimentarsi con noi: che sollievo!».

Il momento del programma che preferisce?
«Mi piace molto la lettera al Comitato, l’appello al balcone di persone comuni che sollevano un problema o una questione importante. Amo lo spirito di servizio tipico di questo momento ed è uno dei motivi per cui è bello lavorare in Rai».

Le piace anche regalare qualche soldino ai telespettatori a casa?
«Certo, è la parte di svago e leggerezza. Il gioco dei porcellini mi ricorda quando mettevo i risparmi nel maialino di ceramica. Anche mia figlia Alyssa ha un salvadanaio a forma di porcellino, ma il suo è di peluche».

Sua figlia crescendo le somiglia sempre di più.
«Ha 11 anni, comincia a diventare grande».

Le ruba già i vestiti dall’armadio?
«I vestiti no, ma i trucchi sì. Io le ho trasmesso la passione per le creme, le ho insegnato ad avere cura della pelle, a idratarla, a mettere la protezione solare per non rovinarla. E quando vogliamo regalarci un momento di coccole insieme, ci facciamo una maschera per il viso».

Peccato che Alyssa non la possa guardare in tv, perché è a scuola.
«Già. Quest’anno, poi, ha iniziato le medie: un mondo nuovo, con tanti professori. La seguo molto attentamente nei compiti, di pomeriggio, dopo aver studiato il copione della puntata dell’indomani. Per fortuna, dopo la diretta, riesco a mangiare a pranzo con lei: finita la trasmissione, torno subito a casa. Faccio presto, basta apparecchiare la tavola. Sa, io cucino la sera prima…».

La spesa la fa da sola, oppure per risparmiare tempo se la fa consegnare a domicilio?
«Vado io, vado io. Fare la spesa per me è un piacere e ho tutti i miei posti di fiducia che non tradisco mai: il macellaio, il fruttivendolo».

Sceglie gli ingredienti di persona, come i veri chef! Del resto, sarà la nostra donna di copertina nel numero di “Cucina” che esce con Sorrisi il 5 ottobre.
«Me la cavo abbastanza bene. Aver condotto lo show di cucina “Anna e i suoi fornelli” su Telenorba mi ha aiutato a migliorare».

Diamo un piccolo “antipasto” ai lettori su cosa troveranno in edicola: la ricetta delle sue polpette di tradizione nordica.
«Sono polpette svedesi, ma si preparano nello stesso modo anche nel mio Paese di nascita, la Finlandia».

A chi piaceranno?
«A chi ama i sapori forti: è un piatto invernale fatto con rape rosse e tanta cipolla».

E con che cosa possiamo abbinarlo?
«Con un semplice contorno di patate bollite».

Ed è anche sulla copertina di “Cucina”

Se amate stare ai fornelli, non perdetevi il numero di “Cucina”, in vendita dal 5 ottobre a 2 euro compreso Sorrisi. In copertina c’è Anna Falchi che prepara le sue famose polpette. E poi, tante gustose ricette con materie prime di stagione.

Seguici