Home TvIlary Blasi, la mia vita da Iena

Ilary Blasi, la mia vita da Iena

La conduttrice fa il bilancio dei suoi otto anni alla guida del programma

Foto: Ilary Blasi  - Credit: © Olycom

07 Maggio 2015 | 15:55 di Barbara Mosconi

«Mi chiamo Blasi, Ilary Blasi e conduco “Le iene”». Sono otto anni che la bionda conduttrice potrebbe pronunciare questa frase… senza confondersi. Perché in un viavai continuo di presentatori, Ilary è rimasta sempre fedele al proprio ruolo. Lì, nello studio, con i suoi completini vedo-non vedo, balla e guida lo show di Italia 1 da 15 edizioni. Nessun volto femminile del programma vanta un simile record.

Ilary, lei è una fan del posto fisso!
«Sono una “vecchia” ormai, altro che posto fisso! E comunque, se pensiamo ad altre conduttrici, potrei dire che sono ancora in prova».

Un consuntivo di quest’ultima stagione a «Le iene»?
«Assolutamente positivo. “Le iene” è un programma che si rinnova sempre, vivendo di denunce e di magagne che, ahimè, sono sempre attuali. Sicuramente è stata una buona annata: per un motivo o per l’altro si parla sempre di noi».

Sette mesi, più o meno, di «Iene» sono…
«...quasi un parto! Per fortuna io mi diverto sempre, in fondo il mio impegno è di un giorno a settimana, anche se facendo avanti e indietro tra Roma e Milano alla fine, dopo tanti mesi, ci sta che ti fermi...».

La cosa di cui è più soddisfatta?
«Che sono entrata in questo programma un po’ per gioco e in punta di piedi, all’epoca c’erano due comici collaudati come Luca e Paolo, e sono ancora qui».

Luca e Paolo hanno condotto «Le iene» per dieci anni. Punta anche lei al decennale?
«Non punto a un numero in particolare, perché quello che faccio mi deve piacere e devo continuare a divertirmi».

Quest’anno ha fatto anche due servizi da inviata. Di chi è stata l’idea?
«Mia. Ho scoperto delle mie foto false in vendita su Internet, ne ho parlato con gli autori e ho detto: “Voglio andarci io”. Il servizio sul club per scambisti, invece, è nato da una scommessa con la Gialappa’s, e con la scusa di “Le iene” ho potuto vedere un mondo particolare. Avevo voglia di uscire dallo studio».

Sono stati due servizi abbastanza scottanti.
«Li ho fatti con il mio stile un po’ goliardico. Io non realizzo un servizio d’inchiesta, non sarei credibile. Certo, ti devi mettere in gioco, avere quel pizzico di follia, di presunzione e di curiosità. E non è scontato».

Anche i suoi look super sexy di questa edizione non erano scontati.
«Qualcuno è stato sexy, per il resto ho messo gonne di mezza lunghezza e maglie accollate. Sono l’unica donna in studio e mi piace giocare con la moda. Non è una provocazione».

Al termine della stagione tv il suo nome spunta sempre per altri programmi, dal «Grande Fratello a «L’isola dei famosi»…
«Quando compari nel toto-nomi per un programma è sicuro che non lo farai. Comunque la proposta non è mai arrivata. Anni fa mi piaceva l’idea di condurre un reality, ma ormai questo tipo di programmi non sono più una novità».

Però qualche mese fa è finita sul palco di «Zelig» con Ficarra e Picone.
«“Zelig” è uno show comico, era una serata particolare e mi divertiva provare qualcosa di diverso. Non sapevo neppure chi dei due fosse Ficarra e chi Picone: io non guardo tanto la tv».

Non le piacerebbe raggiungerli a «Striscia la notizia»?
«A “Striscia” ci sono loro, il Gabibbo e le Veline: troppo affollato».

Il suo contratto a Mediaset è in scadenza o ha ancora tempo?
«L’ho rinnovato da poco».

Quindi la rivedremo a settembre a «Le iene»?
«Credo di sì, a meno che non mi buttino fuori».

Il contratto di suo marito Francesco Totti con la Roma scade tra un anno. Ne avete parlato?
«Sinceramente non è un argomento di cui discutiamo: lui non parla di lavoro a casa e io non chiedo».

Non vede l’ora di averlo di nuovo a tempo pieno?
«Non penso che smetterà di giocare e si piazzerà sul divano. Avrà qualche cosa da fare. Spero...».

Ilary, ci dica un segreto.
«Ma i segreti non si dicono».

Ma scusi, non è stata lei a rivelare la gravidanza di Silvia Toffanin a «Verissimo»?
«Eh sì, era un segreto, ma già si cominciavano ad avere dei sospetti e non mi sono resa conto, perché siamo amiche. Poi mi sono sentita come l’arcangelo Gabriele che fa l’annunciazione...».