Home TvLethal Weapon, i due sbirri di «Arma Letale» arrivano in tv

Lethal Weapon, i due sbirri di «Arma Letale» arrivano in tv

Quando la televisione si fa ispirare dal cinema: parte su Italia 1 il telefilm tratto dalla saga con Mel Gibson

Foto: Damon Wayans e Clayne Crawford in «Lethal Weapon»

05 Dicembre 2016 | 14:50 di Francesco Chignola

La tv e il cinema si parlano da sempre, si scambiano le idee, talvolta se le rubano. Di film tratti da serie ne abbiamo visti tanti (basterebbero quelli di «Star Trek») ma negli ultimi tempi è più comune il processo inverso: telefilm ispirati a celebri lungometraggi.

Il successo di serie come «Fargo» e «Scream» ha convinto i produttori tv a insistere, continuando a pescare idee nel cinema del passato: in fondo è più comodo ed economico che trovarne di nuove. L'ultimo esempio è «Lethal weapon», serie al via il 5 dicembre su Italia 1, che si rifà ad «Arma letale», una delle più amate saghe del cinema americano.

Il modello, che mescola azione e ironia, è lo stesso dei quattro film usciti tra il 1987 e il 1998: Martin Riggs è un agente della narcotici ben oltre «l'orlo di una crisi di nervi», e il suo compagno di indagini è Roger Murtaugh, poliziotto a un passo dalla pensione la cui vita viene travolta dall'energia del socio, una vera «testa calda».

Il successo della saga (che ha incassato in totale quasi un miliardo di dollari) era garantito dalla presenza di un divo come Mel Gibson, al culmine della sua popolarità. In tv quello di Riggs invece è un volto nuovo: Clayne Crawford, 38enne dell'Alabama. «Sono stati film incredibili e ci hanno lasciato poco spazio per inventare» ha detto. «Così ci siamo sforzati di separarci il più possibile dalla saga originale, portando nella serie qualcosa che fosse tutto nostro».

Molto più noto al pubblico è l'attore che interpreta  Murtaugh: Damon Wayans, membro di una popolare famiglia di comici afro-americani, era la star della sitcom «Tutto in famiglia» (tuttora in onda tutti i giorni su Paramount Channel): «Il mio compito è aiutarvi a dimenticare Danny Glover e la sua frase iconica, ?Sono troppo vecchio per questa roba!?» ha dichiarato l'attore.

Negli Usa la serie è stata accolta da buoni ascolti e i produttori hanno fatto una promessa: useranno il maggior tempo a disposizione per scavare nel cuore dei protagonisti. Non solo sparatorie ed esplosioni, quindi, ma due personaggi da conoscere a fondo. Proprio come se fossero nuovi di zecca.