Mariasole Pollio, un’estate con “Battiti Live” e il “Coca Cola Summer Festival”

Per la giovanissima conduttrice le sorprese non finiscono qui

5 Luglio 2022 alle 10:53

Ha appena concluso gli esami di maturità e ora scalpita per gli impegni che la attendono questa estate. Mariasole Pollio, attrice e conduttrice napoletana, è già al lavoro con “Battiti Live” al fianco di Elisabetta Gregoraci e Alan Palmieri (il programma va in onda su Italia1 a partire da martedì 5 luglio per cinque puntate) mentre, assieme a Rebecca Staffelli, condurrà il “Coca Cola Summer Festival” nelle tre date del 15, 22 e 29 luglio (rispettivamente Lignano Sabbiadoro, Rimini e Paestum). Ma per la giovanissima Mariasole, molto forte anche sui social grazie ai milioni di follower distribuiti sulle principali piattaforme, le sorprese non finiscono qui. 

Ti sei diplomata qualche giorno fa. Come hai vissuto la vigilia degli esami?
«Con ansia e, soprattutto con il desiderio di finire quanto prima possibile. Ho studiato tantissimo anche perché sono una tipa perfezionista e la mia unica preoccupazione era quella di non dimenticarmi nulla. Infatti, quando ho concluso la prova orale, ho detto ai miei familiari e agli amici che erano venuti a vedermi: “credo proprio di non essermi dimenticata nulla”. Ero soddisfatta».

Ora ti iscriverai all’università?
«Dopo cinque anni di liceo linguistico e dopo essermi impegnata tanto, mi piacerebbe continuare gli studi ma non è necessità che ho nell’immediato. Per ora voglio concentrami sul mio percorso artistico. Ho intenzione di frequentare corsi di recitazione e poi continuare a lavorare nello spettacolo. Ma gli studi prima o poi li riprenderò».

I tuoi genitori sono d’accordo con la tua scelta?
«Per loro è importante che io mi concentri su una cosa e dia il massimo. Mamma e papà vogliono che io mi impegni e mi sacrifichi tanto per arrivare a grandi risultati. Mi dicono sempre che devo continuare a tenermi aggiornata, ad evolvermi. Una volta avute le basi a scuola, la cultura si puo’ creare al di fuori del contesto scolastico o universitario».

Sembri molto determinata. Sei stata sempre così sicura di te? Qual era il tuo sogno?
«Esattamente quello che sto facendo adesso e non è una frase fatta. Volevo diventare attrice. La determinazione, unita ai sacrifici e all’incontro con le persone giuste, mi hanno portato fin qui. Io continuerò ad impegnarmi e a studiare per non deludere quella bambina - che ero io - e che aveva un solo sogno: realizzarsi come attrice e conduttrice. Tra l’altro ho iniziato piccola piccola…».

A che età?
«A tre anni e mezzo mi sono iscritta a un corso di teatro-gioco. Ho studiato in una scuola di teatro fino a sette anni e poi, all’età di otto anni, mi sono iscritta a una scuola di cinema che ho frequentato fino a quando poi, a tredici anni, ho fatto la mia prima esperienza a “Don Matteo”».

Che ricordi hai di quel primo set?
«Sono quelli di una bambina che si affacciava al mondo degli adulti. E’ stata un’ottima palestra. Ho lavorato molto. Mi spostavo continuamente tra Napoli, Roma e Spoleto. Ricordo il calore di Terence Hill e la sua profonda umiltà». 

Nel 2018 arriva per te la conduzione di “Battiti Live”. Avevi solo quattordici anni…
«Quell’anno cercavano una persona molto giovane da inserire nel programma. All’inizio gli autori mi avevano rassicurato dicendo che avrei dovuto fare solo qualche domanda agli ospiti salvo poi ritrovarmi, il giorno dell’evento, davanti ad una piazza di centomila persone. Sono stata buttata nella fossa dei leoni e da lì, ho cercato di imparare e migliorarmi. Ecco perché oggi amo la conduzione quanto la recitazione. Sono due strade che vorrei poter far coesistere sempre».

Cosa mi racconti di “Battiti Live” di quest’anno?
«Che andrà in onda il 5 luglio su Italia Uno. Le puntate sono registrate nelle piazze di Bari, Gallipoli e Trani dopodiché sarò impegnata con il “Coca cola Summer festival”. Insomma sarà un’estate di musica e viaggi per me…».

Con Rebecca Staffelli co-condurrai il Coca cola Summer Festival. La conoscevi già?
«Di persona non ci conoscevamo ma sarà bello condividere il palco con una persona giovane e capace come lei. Sono sicura che daremo il massimo!».

Sei molto famosa anche sui social dove hai un seguito di follower mica da ridere…
«Utilizzo le piattaforme social come tramite per comunicare il mio lavoro di attrice e conduttrice.

Sappiamo che sarai protagonista del Docufilm “Pooh - Nell’Anima” prodotto da One More Pictures con Rai Documentari che andrà in onda prossimamente sulla Rai. Di cosa si tratta?
«Parto dalla premessa che per me sarebbe un onore fare da tramite tra la mia generazione e quella precedente. Quando mi è stato proposto il ruolo per questo progetto, sono stata contentissima. Quella dei Pooh è una storia di amicizia, musica, successo. Darò il massimo e dobbiamo spaccare tutto!».  

Quale sarà il tuo ruolo?
«Non interpreterò un personaggio dei Pooh. Non sarò, per intenderci Patty Pravo. Si tratta di un docufilm diviso in due registri narrativi: c’è una fiction che ha me per protagonista intervallata dal racconto della storia del gruppo con momenti dei loro concerti, delle loro interviste, testimonianze degli amici. E’ emozionante questo docufilm».

Se volessi raccontare un momento importante della tua vita attraverso il titolo di una canzone dei Pooh - che immagino ora conoscerai… - quale sceglieresti?
«“Chi fermerà la musica”. Io ho sempre avuto una forte passione per la recitazione ma ormai la musica per me è in gemellaggio con la conduzione». 

Seguici