Home TvNews e Anticipazioni«A raccontare comincia tu»: Raffaella incontra Riccardo Muti

«A raccontare comincia tu»: Raffaella incontra Riccardo Muti

Il 4 agosto alle 21.20 Rai 3 ripropone la lunga intervista della Carrà al direttore d'orchestra nella sua casa di Ravenna

Foto: Riccardo Muti  - Credit: © Rai

04 Agosto 2019 | 09:17 di Angelo De Marinis

La passione per la musica e il pianoforte scoperta da piccolo, il talento coltivato con disciplina, rigore e studio, i successi sul podio dei più prestigiosi teatri internazionali, la direzione per quasi vent'anni del Teatro Alla Scala di Milano. Riccardo Muti racconta il suo percorso di vita e professionale a Raffaella Carrà nella terza puntata di «A raccontare comincia tu» in onda su Rai 3 il 4 agosto alle 21.20. Per la prima volta il maestro apre le porte della sua abitazione di Ravenna alla televisione.

In questa lunga chiacchierata riaffiorano le radici, tanti ricordi e le persone che più hanno contato per lui. "Mia madre non applaudiva perché riteneva non fosse conveniente. Per lei erano gli altri che dovevano applaudirmi, la mia famiglia doveva rimanere neutrale". E poi la moglie Cristina, altra figura fondamentale, punto di riferimento e supporto costante, i figli, i nipoti. 

Con la consuetà amabilità Raffaella tira fuori il lato più inedito e amorevole di Riccardo Muti e anche la sua profonda vena ironica. Impossibile immaginare la sua vita senza note e spartiti. "Che cos'è la musica?" - gli chiede. "Non è solo intrattenimento ma una necessità dello spirito".