Addio a Maria Rosaria Omaggio

Una lunga malattia l'ha portata via il 1° luglio, a 70 anni

Maria Rosaria Omaggio ai Nastri D'Argento 2023
1 Luglio 2024 alle 12:30

Una lunga malattia ha portato via il 1° luglio, a 70 anni, Maria Rosaria Omaggio. Di origini napoletane, ma romana da sempre, la Omaggio è stata nello spettacolo italiano un personaggio iconico e una personalità di rara poliedricità.

Negli Anni 70 conquistò una popolarità immensa già con la prima apparizione televisiva. Affiancava Pippo Baudo nella conduzione dell’anteprima dell’edizione 1973-74 di “Canzonissima” e non era solo la tipica bellezza mediterranea. Era una conduttrice spigliatissima, capace di conquistare anche il pubblico dei bambini con la sua canzone “Gatto briscolone”, sigla della trasmissione. Da quell’exploit sarebbe fiorita una carriera intensissima.

Se nelle interviste venivano sempre evocate le tre copertine che realizzò, nel 1976, 1980 e 1982, per “Playboy” («Sapevo già che sarei entrata nell’immaginario collettivo», disse nell’ultima intervista rilasciata al “Corriere della sera” lo scorso 7 giugno: «Capirà, tre edizioni da mezzo milione di copie ciascuna»), sono comunque decine le sue interpretazioni tra cinema (ricordava con orgoglio quando impersonò Oriana Fallaci nel film “Walesa” di Andrzej Wajda del 2013), fiction e programmi televisivi e, soprattutto, teatro.

Del 2023 la sua ultima avventura sul palcoscenico: “Casa pianeta terra”, una serata di “ecoteatro”, come lo definì, tra poesia, musica e immagini. E questa attenzione per la nostra “casa comune” ci riporta a un altro aspetto della vita della Omaggio: fu autrice di vari libri sulla spiritualità, le medicine alternative e vari temi esoterici, e infine esperta istruttrice di tai chi chuan, arte “marziale” cinese rivolta all’acquisizione dell’equilibrio interiore.

Seguici