Home TvNews e AnticipazioniAntonino Cannavacciuolo con “Cucine da Incubo” torna sul Nove

Antonino Cannavacciuolo con “Cucine da Incubo” torna sul Nove

Riprende sul canale Nove la missione dello chef stellato per riportare al successo ristoranti in crisi. Non scherzate con il cuoco!

26 Marzo 2016 | 13:34 di Daniele Ceccherini

Riparte dal 27 marzo, ogni domenica in prima serata sul canale Nove la nuova stagione di Cucine da Incubo con, come sempre, Antonino Cannavacciuolo, lo chef stellato dalle grandi capacità imprenditoriali (è proprietario dell'hotel ristorante con due stelle Michelin Villa Crespi sul Lago d'Orta) e dalle maniere ?spicce?, reduce dei successi personali come quarto giudice a MasterChef Italia.

La serie è l'adattamento italiano di un famosissimo format internazionale (Kitchen Nightmares) portato al successo dallo chef inglese Gordon Ramsay, di cui Antonino Cannavacciuolo, grazie al suo forte temperamento e alla sua esperienza, è degno erede.

In ogni puntata lo chef - che viaggerà da nord a sud della Penisola toccando Fiesole (Firenze), Carignano (Torino), Milano, Albese con Cassano (Como), Marano Marchesato (Cosenza), San Benedetto del Tronto, Taranto, Triuggio (MB) e Roma - aiuterà a riportare al successo dei ristoranti in crisi e sull'orlo del fallimento, affrontando e risolvendo problemi come la sporcizia in cucina, ingredienti avariati, pietanze disgustose, chef arroganti e management incompetente.

Ma il primo passo dello chef sarà sempre quello di pranzare nel locale per dare una valutazione del cibo servito e del menù. Successivamente, osserverà l'organizzazione del lavoro durante una serata e, a fine servizio, tirerà le somme con i gestori.

Il giorno successivo, il locale verrà ristrutturato da una squadra di architetti e di interior designer per renderlo più accogliente e funzionale, e Cannavacciuolo insegnerà allo chef come cucinare al meglio le portate del nuovo menù.

Dopo una chiara distribuzione dei ruoli, un locale nuovo e un menù riorganizzato al meglio, il ristorante affronterà la riapertura. Lo chef assisterà i cuochi in cucina e correggerà gli eventuali errori nel corso della serata. Al termine del servizio, il cuoco saluterà lo staff e si dirigerà verso un nuovo ristorante da salvare.