Home TvNews e AnticipazioniAsia Argento conduce “Amore criminale” su Rai3

Asia Argento conduce “Amore criminale” su Rai3

Dal 4 novembre torna il format dedicato alle storie di donne e uomini vittime della violenza di partner e amanti. Protagonista l'attrice, accompagnata in ogni puntata da un collega diverso.

Foto: Asia Argento  - Credit: © Ufficio Stampa Rai

03 Novembre 2016 | 19:00 di Simone Gorla

Riparte su Rai3 “Amore criminale”, in onda da venerdì 4 novembre alle 21.15 con sette puntate raccontate da Asia Argento. All'attrice è stato affidato il ruolo di voce narrante di questa edizione, in linea con il format del programma che prevede l’alternarsi alla conduzione di diverse interpreti femminili.

“Amore criminale” è giunto al nono anno di programmazione e si avvale come sempre della collaborazione dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato. Questa edizione autunnale continuerà a raccontare storie di donne e uomini vittime di violenza. Come quella di Pierangela, accoltellata in camera da letto dal marito. E di Veronica, uccisa a 30 anni, per strada, dall’ex ragazzo. E ancora le vicende di Amelia, che per 35 anni ha sopportato violenze indicibili da parte dell’ex coniuge, e di Guido, che sopravvive con due proiettili nella spalla dopo che l’ex moglie ha tentato di ammazzarlo scaricandogli sei colpi di pistola. E ancora Ofelia, ferita a morte dall’ex fidanzato che non accettava di essere lasciato. O William, che non sopportava più la gelosia morbosa dell’ex compagna ed è stato sfigurato con l’acido da lei insieme a un complice.

Verranno sentite anche le testimonianze di quegli uomini che sono stati violenti con le proprie mogli o compagne e che oggi – in un percorso terapeutico – si stanno facendo aiutare in centri specializzati proprio per evitare di reiterare i comportamenti violenti. Per tutte le vicende raccontante, c'è un comune denominatore: l'illusione di aver trovato l'amore vero, un amore che invece è mutato in ossessione, possesso, violenza.

Il racconto in studio verrà come sempre integrato da filmati che usano il linguaggio della docufiction, che vede la commistione tra materiale documentaristico e di repertorio con fiction vere e proprie. Il tutto descritto e commentato dai testimoni della vicenda. Ogni puntata si avvarrà del contributo di un diverso attore: Gigio Alberti, Fabio Boga, Franco Castellano, Fabio Cocifoglia, Mariangela D'Abbraccio, Josafat Vagni e Mario Opinato leggeranno alcuni stralci degli atti giudiziari delle storie ricostruite. A completare la narrazione - in uno studio totalmente rinnovato nella scenografia - saranno alcune opere fotografiche e pittoriche dedicate al tema della donna e del femminile.