Home TvNews e AnticipazioniBetter Call Saul rinnovata per la terza stagione

Better Call Saul rinnovata per la terza stagione

La seconda stagione dello spin-off di Breaking Bad non non si è ancora conclusa su Netflix, ma AMC ne ha già ordinata una nuova

Foto: Mike e James McGill in Better Call Saul  - Credit: © Facebook

16 Marzo 2016 | 15:30 di Manuela Puglisi

La seconda stagione di Better Call Saul, lo spin-off di Breaking Bad, non si è ancora conclusa su Netflix, ma AMC ha già rinnovato la serie per la terza stagione. Altri 10 episodi ci racconteranno di come James McGill si è trasformato nell'istrionico avvocato Saul Goodman che abbiamo conosciuto nella serie originale.

Nel terzo capitolo del prequel vedremo ancora una volta Bob Odernick come protagonista e Vince Gillian e Peter Gould saranno ancora una volta produttori esecutivi e creatori. Nominata nel 2015 a 7 Emmy Awards, la serie ha inizio sei anni prima dell'incontro tra Walter White (Bryan Cranston) e Jessie Pinkman (Aaron Paul).

Diversi personaggi di Breaking Bad sono tornati a far capolino nella seconda stagione, a partire da Tuco e Hector Salamanca (Raymondo Cruz e Mark Margolis) e Nacho (Michael Mando), ma i preferiti dai fan non si faranno vedere, anzi. Una scena della puntata finale della stagione in corso avrebbe dovuto contenere un cameo di Bryan Cranston, ma non è stata inserita nel montaggio finale, perché avrebbe distolto l'attenzione da un punto cruciale della storia.

We'll just park this sneak peek right here, OK?!

Posted by Better Call Saul on Monday, 1 December 2014