Home TvNews e Anticipazioni«Bruno Barbieri 4 Hotel» fa tappa a Milano

«Bruno Barbieri 4 Hotel» fa tappa a Milano

Nella puntata di martedì 3 aprile lo chef ci porta a esplorare quattro hotel di design del capoluogo lombardo, ognuno con le sue peculiarità

03 Aprile 2018 | 15:21 di Giulia Ausani

Continua il viaggio dello chef Bruno Barbieri alla ricerca dei migliori hotel d'Italia. Martedì 3 aprile alle 21.15 su Sky Uno la seconda tappa di «Bruno Barbieri 4 hotel» ci porta a Milano, città del design e della moda. Quattro albergatori - di hotel della stessa fascia di prezzo - si sfideranno per offrire il soggiorno migliore a Barbieri, che insieme a loro soggiornerà per una notte in ogni albergo. I concorrenti dovranno valutare gli avversari dando voti a location, camera, servizi e prezzo. Anche Barbieri darà dei voti che però resteranno segreti fino alla fine della puntata.

Gli Hotel

Massimo è il direttore del Klima Hotel Milano Fiere, hotel nato nel 2012 e fondato sul concept dell'ecosostenibilità. La struttura, dedicata soprattutto a chi viaggia per lavoro, è ampia e moderna, e l'hotel ospita 60mila clienti ogni anno. Massimo ha iniziato a lavorare negli hotel a diciannove anni come facchino, e in tutto ha lavorato in ventuno hotel (di cui diciannove a Milano).

Roberta è la direttrice di Palazzo Segreti, boutique hotel di design situato in uno stabile d'epoca nel centro di Milano. Roberta, alla sua prima esperienza di albergatrice dopo aver lavorato come manager di diverse aziende luxury, ha cercato di creare un ambiente lontano dagli stereotipi milanesi, con solo diciotto camere e un'atmosfera familiare. Il nome è stato scelto per rispecchiare il concept dell'hotel, che valorizza l'atmosfera intima e riservata con giochi di luce e ombre.

Diego Brachetti è il general manager dell'Hotel Milano Scala da un anno. Si tratta di un Green & Boutique Hotel, il primo a Milano a essere costruito secondo i principi dell'ecosostenibilità. Vicino al famoso teatro milanese, in ogni camera ci sono gigantografie prese dall'archivio ufficiale del teatro, e la colazione e il pranzo vengono accompagnati da musica classica dal vivo. Diego ha iniziato a lavorare negli alberghi come portiere a diciassette anni e da bambino faceva la comparsa proprio alla Scala.

Danilo Bellomo è il general manager del Nu Hotel, la cui gestione gli è stata affidata dallo stesso proprietario, un manager cinese. L'hotel, ristrutturato da un architetto italiano ma dallo stile orientale molto spiccato, è confortevole, tecnologico e moderno. Le scale si sviluppano attorno al cavedio centrale, che si distingue per le oltre mille lampade ball create apposta per la struttura. Danilo gestisce l'albergo insieme a Stefania, responsabile marketing.