Home TvNews e AnticipazioniIl canale Nove: addio Deejay tv, ecco la sfida di Discovery

Il canale Nove: addio Deejay tv, ecco la sfida di Discovery

Tra sport, cucina e format sperimentali ecco com'è la nuova rete sul tasto 9 del telecomando

Foto: Antonino Cannavacciuolo

02 Marzo 2016 | 10:12 di Francesco Chignola

La mutazione di Deejay Tv è persino antecedente a quella di Mtv: risale al gennaio 2015, quando il gruppo Discovery (che «in chiaro» trasmette i canali Real Time, Dmax, Giallo, Focus, K2 e Frisbee) ha acquistato la rete dal gruppo L’Espresso. Occupando così il canale 9 del telecomando.

Un logo nel logo

Anche il nuovo canale ha scelto il numero del tasto per identificarsi: dal 22 febbraio si chiama Nove. Ma per non spaventare troppo il pubblico la parola «Deejay» è contenuta ancora nella lettera «O».

Qualcosa resta…

Nonostante la rete non sia già da molto tempo un canale «musicale», la presenza di Radio Deejay si fa ancora sentire nel palinsesto grazie a «Deejay chiama Italia» condotto ogni giorno alle 10 da Linus e Nicola Savino in diretta dagli studi di Milano.

Cannavacciuolo, la star

Arriverà a marzo un vero show di punta: con i nuovi episodi di «Cucine da incubo». Il reality culinario di culto con lo chef Antonino Cannavacciuolo finora è stato trasmesso da Fox Life e da Cielo.

L’aiutino dei «cugini»

Real Time ha già «prestato» a Nove le repliche di alcuni suoi programmi come «Take me out», lo show con Gabriele Corsi del Trio Medusa, e la striscia diurna di «Amici».

Il rugby italiano

Lo scorso 12 settembre il canale ha fatto ascolti record con la finale tra Vinci e Pennetta agli U.S. Open di tennis. Inoltre la rete propone le gare della nostra Nazionale nel trofeo «6 Nazioni» di rugby.

Format sperimentali

In questa prima fase, Discovery ha usato Nove anche per fare qualche esperimento. Come «Tadà», striscia preserale durata una settimana e ispirata agli Anni 60, o «Undressed», in onda da gennaio, in cui due ragazzi devono spogliarsi e condividere un letto per mezz’ora. E poi ci sono i documentari «Boats» presentati da Pif.

Si rivede online

Il sito del canale è www.nove.tv ma per rivedere tutti i programmi l’indirizzo è it.dplay.com.