Home TvNews e AnticipazioniCapodanno Rai: indagine interna, sdegno dell’Osservatore Romano

Capodanno Rai: indagine interna, sdegno dell’Osservatore Romano

Su Rai1 brindisi in anticipo e bestemmia in tv. Il Vaticano attacca: "Tv fuori controllo". Il direttore generale: "Stop ai filtri esterni”

Foto: Il palco della trasmissione a Matera  - Credit: © UfficioStampaRai

02 Gennaio 2016 | 20:50 di Lorenzo Di Palma

È stata premiata dagli ascolti ma funestata da due gaffe abbastanza gravi, la trasmissione di Capodanno della Rai, L'Anno che verrà, andata in onda nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio su Rai 1 in diretta da Matera.

Il tradizionale conto alla rovescia di mezzanotte, infatti, è partito con quasi un minuto d'anticipo e il 2016 della Rai, quindi, è stato salutato prima che scoccasse la mezzanotte. Ma, ben più grave, c'è stato anche altro: una bestemmia (oltre che uno spoiler su Star Wars VII!) in uno degli sms che passavano in sovrimpressione sullo schermo.

Le reazioni non si sono fatte attendere. Innanzitutto sui social network, soprattutto su Twitter, dove lo sdegno è stato spesso accompagnato da una feroce ironia sull'operato della Rai e con l'inevitabile riferimento a una memorabile scena del Capodanno festeggiato con un'ora e mezzo d'anticipo in un film di Fantozzi.

Subito dopo sono arrivate anche le reazioni ?istituzionali?. Un'escalation culminata nell'annuncio di varie interrogazioni parlamentari e, soprattutto nella presa di posizione dell'Osservatore Romano, l'organo della Santa Sede, che in un articolo titolato "Fuori controllo", ha stigmatizzato duramente la trasmissione di Rai1.

?Brindisi anticipato, il finale di Star Wars rivelato, parolacce e addirittura una bestemmia?, ha scritto il giornale diretto da Giovanni Maria Vian, un errore umano che ?rivela che agli occhi di molti, anche adibiti al controllo degli sms inviati, la bestemmia ormai è considerata irrilevante, se non accettabile. E l'episodio mostra come la televisione, pubblica o privata che sia, per acquisire una dimensione social a tutti i costi rischi di divenire uno strumento fuori controllo. Con l'alibi dello share?.

Intanto il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto, ha incaricato il direttore del personale, Valerio Fiorespino, d'aprire un'indagine interna per verificare nel dettaglio gli inconvenienti tecnici che hanno portato all'anticipo di 40 secondi sul countdown di mezzanotte e ha sospeso il responsabile dell'?errore umano? che ha permesso il passaggio in diretta della bestemmia.

Dall'Orto ha inoltre deciso oggi di riportare i contenuti dei programmi in capo ai responsabili dei programmi stessi (autori, redazioni, capi struttura, direttori di rete) senza più i filtri esterni utilizzati finora, come accaduto nel caso di RaiCom, la società incaricata di controllare l'afflusso degli sms indirizzati alla trasmissione di Capodanno. Una scelta, dicono i vertici Rai ?non per accusare qualcuno ma per responsabilizzare i responsabili dei programmi".

La trasmissione l'Anno che verrà era già partita sotto auspici non proprio favorevoli: Claudio Lippi, che doveva condurre la serata con Amadeus e Rocco Papaleo, poco prima della diretta ha infatti accusato un malore e ha dovuto farsi ricoverare in ospedale per controlli.