Home TvNews e AnticipazioniCarlo Conti: «Al Dopofestival tornano Savino e la Gialappa’s»

Carlo Conti: «Al Dopofestival tornano Savino e la Gialappa’s»

Nella conferenza stampa di presentazione della serata «Sarà Sanremo», il direttore artistico conferma la squadra dello scorso anno per il Dopofestival, che andrà in onda anche il sabato.

Foto: Nicola Savino con la Gialappa's Band  - Credit: © Olycom

11 Dicembre 2016 | 16:11 di Stefania Zizzari

A Villa Ormond a Sanremo Carlo Conti presenta i dodici giovani protagonisti della serata di domani «Sarà Sanremo», in diretta su Raiuno e Radio2. E durante la conferenza stampa dà anche un'anticipazione sul Festival che si terrà dal 7 all'11 febbraio. «Squadra che vince non si cambia» dice Conti «e confermo al timone del Dopofestival Nicola Savino e la Gialappa's. Ma c'è una novità. Quest'anno andranno in onda un giorno di più: anche il sabato, subito dopo la serata finale del Festival».

Conti scherza con i giovani artisti: «Vi abbiamo fatto ripetere le prove delle vostre canzoni 700 volte perché ci teniamo a trovare le inquadrature e le luci migliori per la diretta di domani. Siete  già abituati al palco, molti di voi hanno avuto esperienze di talent show e di concerti. Anni fa i giovani erano più intimiditi, ora è come se foste già dei professionisti e il palco dell'Ariston ve lo meritereste tutti. Però solo sei di voi (più i due di Area Sanremo ndr) vi saliranno a febbraio. Per gli altri, state tranquilli: come dice un proverbio di un'antica tribù dell'Africa centrale “si chiude una porta e si apre un portone”...(ride ndr)».

E continua «quello che mi ha stupito delle proposte arrivate tra i Giovani è che ci siano stati pochi gruppi e pochi rapper. Ho notato poi una grande qualità nei testi e, tra i big, diversi brani che parlano di amore in varie sfumature, da quello di coppia a quello familiare tra genitori e figli».

Un pensiero è rivolto ad Al Bano, colpito da un malore. «Gli ho mandato un messaggio perché mi volevo assicurare che non si sentisse male sia nel caso domani lo annunciassi tra i big, sia nel caso in cui non fosse nella rosa dei 22» racconta Conti. «Lui mi ha risposto cantando a telefono...Al Bano non è un uomo: è Superman!».