Home TvNews e Anticipazioni«Casa Vianello»: su Mediaset Extra una maratona per il trentennale

«Casa Vianello»: su Mediaset Extra una maratona per il trentennale

Domenica 2 settembre si celebra la più longeva sitcom italiana e i suoi interpreti: Sandra Mondaini e Raimondo Vianello

 - Credit: © Olycom

01 Settembre 2018 | 17:45 di Lorenzo Di Palma

Domenica 2 settembre, dalle ore 9 alle 21, a 30 anni dal debutto di Casa Vianello su Canale 5, Mediaset Extra celebra “la sitcom culto” e i suoi impareggiabili protagonisti - Sandra Mondaini e Raimondo Vianello - con una maratona degli episodi più belli e, alle ore 19.10, con un ricordo della coppia attraverso le parole di Alessandra Comazzi, Maurizio Caverzan, Nanni Delbecchi e Antonio Dipollina.

La “dodici ore” sarà una sorta del “meglio di”, proponendo una selezione, a cura di Alberto Consarino, degli episodi di Casa Vianello ispirandosi ai temi più rappresentativi messi in scena nella più longeva - 16 stagioni per un totale di 338 episodi - sitcom mai prodotta dalla televisione italiana, in onda dal 1988 al 2007 sulle reti Mediaset e ideata da Fatma Ruffini.

Così la giornata-omaggio dedicata alle due leggende della tv, esempi di signorilità, ironia e intelligenza, parte con il tema del Calcio (Ultrà, Calciatori anonimi, La promessa), grande passione di Vianello, seguita da Tradimenti (Cena di classe, Novità all’attico, Perla rara) sognati, ma mai realizzati. Assieme a Burocrazia (Richiamo alle armi, Promessi sposi, Week end a Montecarlo) e Truffe (L’investimento, Otto ore di sonno, La gemella di Sandra), argomenti di continuo battibecco sono i Figli (L’arrivo di Gianmarco, Peccato di gioventù, Il padre ideale) e la Memoria (Se fossimo stati, Vent’anni dopo, Casanova). Altro pretesto per polemizzare tra le pareti domestiche è infine quello della Pensione (Il casalingo, Il centenario, Il giudice di pace).

E, immancabile, ad ogni fine puntata, la scena in camera da letto con Sandra che si lamenta ("Che noia, che barba, che barba, che noia") e Raimondo alle prese con la Gazzetta.