“Cent’anni di solitudine”, il romanzo diventa una serie tv

Il romanzo best seller di Gabriel García Márquez è diventato una serie Netflix ad opera dei figli dello scrittore

24 Ottobre 2022 alle 14:40

È finalmente in arrivo "Cent’anni di solitudine", la serie tv Netflix tratta dall’omonimo romanzo di Gabriel García Márquez. Lo scrittore (colombiano naturalizzato messicano) è morto nel 2014 e non ha mai autorizzato nessun adattamento cinematografico o televisivo. A distanza di anni, i suoi figli Rodrigo García e Gonzalo García Barcha hanno invece pensato di vendere i diritti del romanzo paterno per una produzione Netflix, annunciata nell’ormai lontano 2020.

La serie

«Per decenni nostro padre non ha voluto vendere i diritti cinematografici di "Cien años de soledad". Pensava che non fosse possibile adattarlo nei limiti temporali di un lungometraggio e che produrlo in una lingua diversa dallo spagnolo non avrebbe reso giustizia al romanzo. Tuttavia, viviamo nell’età d’oro delle serie e, con sceneggiatori e registi di grande talento, l’alta qualità cinematografica dei contenuti e l’accettazione di programmi in lingue straniere da parte del pubblico mondiale, questo è il momento giusto per offrire un adattamento allo straordinario pubblico globale di Netflix. Siamo felici di sostenere Netflix e i registi in questa impresa e non vediamo l’ora di vedere il prodotto finale».

Queste le parole degli eredi di Gabriel García Márquez, che sono anche i produttori esecutivi della serie tv Netflix. "Cien años de soledad" è il titolo originale, del romanzo e dello show, girato principalmente in Colombia, che potrebbe arrivare nei prossimi mesi, verosimilmente nel 2023.

Il romanzo di Márquez, pubblicato nel 1967, è stato tradotto in 46 lingue, arrivando a vendere 50 milioni di copie in tutto il mondo. Il libro segue attraverso i decenni la famiglia Buendía, il cui patriarca Jose Arcadio ha fondato il piccolo paese di Macondo, ambientazione delle vicende che proseguono per ben sette generazioni.

L'annuncio di Netflix

Seguici