Home TvNews e AnticipazioniChef Rubio conduce «Camionisti in trattoria»

Chef Rubio conduce «Camionisti in trattoria»

Segui i camionisti, mangerai bene e a poco prezzo. Ma questa “leggenda” trova conferma nella realtà? Lo scopriremo seguendo Gabriele Rubini che si metterà in viaggio per andare alla scoperta dei ristoranti frequentati dagli autotrasportatori

04 Maggio 2018 | 18:03 di Simona De Gregorio

Segui i camionisti, mangerai bene e a poco prezzo. Ma questa “leggenda” trova conferma nella realtà? Lo scopriremo seguendo Chef Rubio (nome d’arte di Gabriele Rubini), che si metterà in viaggio per andare alla scoperta dei ristoranti frequentati dagli autotrasportatori. La partenza è fissata per giovedì 10 maggio in prima serata su Dmax (canale 52) e Nove con «Camionisti in trattoria».

Gabriele, ci racconti come si svolge il programma.
«In ognuna delle sei puntate percorro un tratto stradale in compagnia di tre diversi camionisti che mi ospitano a bordo dei loro mezzi per portarmi nel loro “posticino” preferito. Qui incontro i cuochi e i proprietari, entro in cucina e mi faccio raccontare le loro specialità. Poi assaggio il menu che mi viene suggerito dal mio compagno di viaggio. E alla fine decido chi dei tre camionisti è stato la migliore guida, quello con cui ho vissuto l’esperienza più interessante, sotto tutti gli aspetti».

Ha girato tutta l’Italia?
«In realtà abbiamo toccato il Nord e il Centro, se ci sarà una seconda stagione prenderemo in considerazione anche il Sud e le Isole».

Cosa ha imparato da questo viaggio?
«Ho conosciuto da vicino un mondo di cui non sapevo nulla. Sono entrato nella vita di persone che fanno un lavoro molto duro e che li porta a stare a lungo lontano da casa e dalle loro famiglie».

Come si è trovato nelle trattorie che ha visitato?
«Benissimo. Sono posti che puntano a una cucina casalinga, genuina, con ottime materie prime e un eccellente rapporto qualità-prezzo. Ma l’aspetto più importante è che sono luoghi in cui il piatto non è essenziale ma fa da cornice al piacere della convivialità, che negli ultimi tempi si è andato un po’ perdendo».

In base a quali criteri sceglierà il vincitore della puntata?
«Premesso che mi sono trovato bene con tutti, deciderò basandomi su diversi criteri: la qualità del cibo della trattoria in cui sono stato e le emozioni e la simpatia che mi ha trasmesso ognuno dei tre camionisti».

E cosa si vince?
«Un premio realizzato da me... ma non posso dire altro. Sorpresa!».