Home TvNews e Anticipazioni«Commissari-sulle tracce del male», al via la nuova serie di Rai3

«Commissari-sulle tracce del male», al via la nuova serie di Rai3

Ispirato a fatti realmente accaduti, il programma in seconda serata con Pino Rinaldi vede come protagonisti gli investigatori della Polizia. "Operazione Romanzo Criminale" la prima puntata

Foto: Commissari - sulle tracce del male  - Credit: © Rai

17 Febbraio 2018 | 18:12 di Lorenzo Di Palma

Un racconto delle indagini svolte da investigatori della Polizia su casi di cronaca giudiziaria che hanno segnato profondamente il loro lato umano, è quello che propone Commissari - sulle tracce del male, un nuovo progetto di Rai3, nato da un’idea di Pino Rinaldi e che si avvale della collaborazione della Polizia di Stato, in onda dal 17 febbraio ogni sabato in seconda serata a mezzanotte.

Tra delitti, omicidi e violenze avvenuti in diverse città italiane, protagonista di ogni puntata sarà l’investigatore che ha trattato il caso seguendone l’attività d’indagine. Sarà lui, intervistato da Pino Rinaldi, il volto e la voce portante di un racconto che sarà arricchito da immagini, materiale documentaristico e dal ricordo dell’esperienza diretta vissuta da alcuni dei collaboratori che hanno seguito il caso specifico al fianco dell’investigatore: colui che alla fine si è trovato faccia a faccia con il responsabile del reato.

La prima puntata, dal titolo "Operazione Romanzo  Criminale" è ambientata a Manfredonia (Foggia) e ricostruisce le indagini su un cruento duplice omicidio avvenuto nell'estate 2012: un ragazzo scomparso nel nulla e l'omicidio di un pensionato, rapinato e massacrato nel suo garage; tutti fatti apparentemente impossibili da collegare uno all’altro. Ma un’intuizione del capo della squadra mobile Alfredo Fabbrocini potrebbe mettere insieme i pezzi. L’investigatore punta tutto su un ragazzo di trent’anni, spregiudicato e dalla forte personalità, capo di una gang di giovanissimi. Intercettazioni, microspie, telecamere stringono il cerchio ma non bastano. Serve una confessione. Incastrati per una rapina, i sospettati si ritrovano faccia a faccia con il detective. Inizia così il sottile lavoro psicologico dell’investigatore che cerca di entrare nella mente del criminale. Una relazione intensa e delicata, che porta alla risoluzione di un caso complesso.