Home TvNews e Anticipazioni«Deep State», il lato oscuro dello spionaggio

«Deep State», il lato oscuro dello spionaggio

La prima serie tv europea di Fox è uno spy thriller internazionale. Un'ex spia dell'MI6 torna in azione, sullo sfondo un complotto internazionale

Foto: «Deep State»

09 Aprile 2018 | 12:07 di Manuela Puglisi

In onda in italia a partire dal 9 aprile arriva «Deep State», ogni lunedì alle 21.50 su Fox (canale 112 di Sky), la prima serie tv prodotta in Europa dai canali Fox. Debutterà in contemporanea in 50 paesi, compresi gli Stati Uniti, il Canada e l'Australia ed è già stata rinnovata per una nuova stagione.

Otto episodi per questo spy-thriller scritto da Matthew Parkhill che ci porta in Marocco, in Medio Oriente e in Inghilterra. Protagonista è Max Easton che interpreta un ex agente dell'MI6 (i servizi segreti inglesi che conosciamo soprattutto per i film di James Bond) richiamato per occuparsi di una situazione in cui è coinvolto il figlio che ha voluto seguire le sue tracce, mentre si consuma un complotto internazionale tra servizi segreti per trarre profitto dal caos in Medio Oriente. Deep State è un termine che identifica un vero e proprio governo ombra, composto da quei corpi intermedi del potere che di fatto decidono le sorti del paese.

Nel cast, oltre al protagonista Max Easton, ci sono Joe Dempsie («Game of Thrones»), Karima McAdams («Vikings»), Lyne Renee, Alistair Petrie e Anastasia Griffith.