Home TvNews e Anticipazioni«È uno sporco lavoro»: Chef Rubio saggia i mestieri più duri

«È uno sporco lavoro»: Chef Rubio saggia i mestieri più duri

Dal 30 ottobre alle 21.10 su Dmax Gabriele Rubini si immerge nelle realtà lavorative più impegnative, pericolose e poco conosciute

Foto: Gabriele Rubini, più conosciuto come Chef Rubio  - Credit: © Getty Images

29 Ottobre 2017 | 18:35 di Angelo De Marinis

Quando si rompono le funivie chi si prende la briga di salire a decine di metri di altezza per riparare le cabine?  È uno dei tanti lavori duri, spesso pericolosi ma poco noti che Chef Rubio si prefigge di far conoscere in questa seconda edizione del programma È uno sporco lavoro che parte il 30 ottobre in prima serata su Dmax (canale 52 digitale terrestre). Come? Provando l'esperienza lavorativa in prima persona.

Sei puntate in sei diverse regioni italiane che compongono un'interessante panoramica su 12 mestieri impegnativi, più uno speciale natalizio per raccontare chi sono gli artefici delle luci sfavillanti, delle musiche e delle pietanze sofisticate che si portano a tavola durante le feste. 

La prima tappa è in Sicilia in uno stabilimento per lo smaltimento di olii, grassi e scarti animali. Poi su, appeso a 20 metri di altezza, tra i manutentori della funivia sull'Etna. "L'intento - dice -  è mostrare ciò che non si vede, raccontare quanto lavoro si cela dietro quel prodotto che siamo abituati a vedere sugli scaffali di un negozio".