Home TvNews e AnticipazioniEzio Greggio e «Striscia la Notizia»: «Che onore dire la verità scherzando»

Ezio Greggio e «Striscia la Notizia»: «Che onore dire la verità scherzando»

«Fin da subito ho intuito che “Striscia“ era la mia trasmissione ideale» così lo showman ci racconta i suoi 30 anni di conduzione

Foto: Ezio Greggio dietro le quinte di Striscia la Notizia  - Credit: © Massimo Sestini

09 Novembre 2017 | 14:58 di Redazione Sorrisi

? Antonio Ricci: «Rido, scherzo e vi racconto l'Italia»

Com'era Ezio Greggio che conduceva la prima edizione di «Striscia la notizia»?
«Ero un ?comedian? con 30 anni in meno. Venivo dal grande successo e dall'esperienza maturata a ?Drive in?. Fin da subito ho intuito che ?Striscia? era la mia trasmissione ideale: potevo condurre un telegiornale che, scherzando, dicesse la verità. Io sono un comico, ma anche un giornalista da quasi 40 anni e ?Striscia? è stata per me l'occasione della simbiosi tra queste due anime. Dicevano i latini, credo Orazio nelle ?Satire?: ?Ridentem dicere verum: quid vetat?? cioè ?Cosa proibisce di dire la verità scherzando??. A ?Striscia? mi sentii fin da subito un moderno Arlecchino che attraverso il sorriso raccontava verità nascoste, un castigatore di costumi. Tanto è vero che nei primi anni usavo un abbigliamento surreale, con gadget appesi alle giacche, nasi finti e suppellettili varie che in un certo senso mi avvicinavano alla maschera goldoniana».

Da allora come è cambiato?
«Certamente fare così tante ore di tv ti dà sicurezza. Quando sono in onda con Iacchetti il pubblico sente che siamo due amici veri che gli raccontano come stanno le cose, che ammiccano, gli fanno l'occhiolino, gli fanno passare qualche minuto col sorriso. Ogni anno ho dovuto alternare l'impegno di ?Striscia? con altri impegni professionali: quasi 40 film per cinema e tv che ho interpretato, prodotto, talvolta diretto all'estero (Hollywood, Canada, Francia, Germania...). Senza dimenticare il ?Monte-Carlo Film Festival? che nel 2018 arriverà alla 15a edizione! Se ascoltassi il cuore farei ?Striscia? sempre, ma non mi è possibile. Quando sono in onda sui miei social chiedono: ?Ezio, quando torni??. Anche dopo tanti anni la gente mi vuole bene e mi vuol vedere tornare dietro al mio bancone».

La notizia che ha dato con più soddisfazione?
«?Adoooro? il mio monologo iniziale che porta subito la trasmissione sull'attualità e quando entra Enzino con le sue proposte strampalate. Ma la soddisfazione più grande per tutti è quando una nostra denuncia porta alla soluzione del caso, soprattutto a favore di persone in difficoltà, o quando vengono smascherati i soprusi dello Stato italiano».

Il suo motto a «Striscia» è...
«?W Striscia?. ?Striscia? è diventata non solo un fenomeno televisivo da Guinness dei primati, ma un punto di riferimento importante per le persone comuni che sanno di poter contare su di noi».