Home TvNews e AnticipazioniFederico Fellini: l’omaggio di Rai 1 e Rai 2 al maestro

Federico Fellini: l’omaggio di Rai 1 e Rai 2 al maestro

I “sogni di un genio" a cento anni dalla nascita

Foto: Federico Fellini  - Credit: © Teche Rai

18 Gennaio 2020 | 17:39 di Lorenzo Di Palma

A cento anni dalla nascita di Federico Fellini, il più celebre regista italiano, cinque volte premio Oscar, sabato 18 gennaio alle 23.30, Rai2 lo ricorda con una puntata speciale di Tg2 Dossier intitolata Fellini, i sogni di un genio che racconta tutta la sua vita dall’infanzia a Rimini all'amore per Giulietta Masina. Ma anche le testimonianze di chi lo conoscevo bene come Gianfranco Angelucci, scrittore, regista, amico e tra i più stretti collaboratori di Fellini con cui ha lavorato per 25 anni: “Mi viene spesso chiesto cosa ci ha lasciato Fellini. Io dico che ci ha lasciato la libertà. Federico si staglia in una dimensione inarrivabile per gli altri, mette in scena tutto il suo vissuto con assoluta e spavalda sincerità, crea dal nulla il suo teatrino dell’inconscio. Il suo è uno spettacolo che non è solo intrattenimento, ma conoscenza e riflessione sulla vita, dal dolore alla gioia”.

L’omaggio continua domenica 19 gennaio alle 23.45 su Rai1, con Fellini Fine Mai, film doc firmato da Eugenio Cappuccio, già suo assistente, in onda per Speciale Tg1 dopo essere stato presentato alla Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia.

Quello che Cappuccio racconta in prima persona - in un doc il cui titolo fa riferimento al The End che il regista non voleva mai vedere sul grande schermo - è un Fellini fatto rivivere attraverso la potenza delle immagini, dei suoni e delle fotografie custoditi da Rai Teche: frammenti di vita e di poetica del cinema, spesso sconosciuti, e svelati da chi ha avuto la fortuna di lavorare con lui e di condividere la sua esperienza come appunto Cappuccio che ricostruisce il percorso che lo ha portato a conoscere Fellini a Rimini quando era appena adolescente e poi, dopo aver studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia, a collaborare come assistente sul set di Ginger e Fred.

Il film documentario ospita anche numerose testimonianze originali e preziose come quelle di Vincenzo Mollica, Antonello Geleng, Sergio Rubini, Francesca Fellini, Andrea De Carlo, Mario Sesti. A questi si aggiunge la voce (e la matita) di un altro grande che negli ultimi anni di vita e lavoro di Fellini lo ha affiancato per dare forma e colore ai sogni del Maestro che l'industria cinematografica faticava a realizzare: Milo Manara. Proprio il rapporto tra Fellini e Manara è uno dei complessi e originali binari percorsi alla scoperta dei “segreti” di un uomo e di un cinema che sullo schermo non metteva la parola “Fine” al termine delle vicende raccontate.