Home TvNews e AnticipazioniGli strani tweet di Claudio Lippi: «Voglio incontrare Renzi. Anzi no, anzi sì…»

Gli strani tweet di Claudio Lippi: «Voglio incontrare Renzi. Anzi no, anzi sì…»

Ricoverato a Matera per un malore, il popolare conduttore ha chiesto con un messaggio di incontrare il premier. Ne sono seguiti altri, che Lippi attribuisce a un hacker

05 Gennaio 2016 | 15:00 di Paolo Fiorelli

Su Twitter è scoppiato il «caso Lippi». Un insolito caso con una insolita origine: il popolare presentatore avrebbe dovuto partecipare allo show di Capodanno di Raiuno, ma si è sentito male durante le prove ed è stato ricoverato all'ospedale Madonna delle Grazie di Matera.

Da qui avrebbe postato su Twitter una serie di messaggi in cui chiedeva di incontrare Matteo Renzi, con toni sempre più drammatici, fino a scrivere «Ti assicuro che sei determinante per la mia vita». La serie di messaggi ha scatenato la preoccupazione ma soprattutto le ironie del popolo di Twitter, finché il presentatore, con un nuovo tweet, li ha smentiti tutti... tranne uno, il primo. E ha attribuito gli altri a un«hacker» o a un «buontempone».

Ecco il tweet «riconosciuto»:

E quelli «smentiti»:

La spiegazione finale di Lippi:

Nonostante l'ultimo messaggio dica che «il caso è chiuso», il presentatore ha comunque ribadito all'Ansa il concetto, spiegandolo così: «Mi piacerebbe incontrare il premier Renzi, perché sono incuriosito dal suo modo di comunicare. Ma sul mio profilo ho scritto un unico messaggio. Gli altri, probabilmente, sono opera di un hacker o di qualcuno che mi ha sottratto il telefono mentre facevo gli esami. Ho scritto in un momento di noia e mi sono incautamente avventurato in qualcosa che non immaginavo potesse diventare un'arma a doppio taglio».

Eppure su Twitter anche oggi Lippi (che al telefono non risponde) ribatte a chi rilanciava il suo primo tweet per provocarlo più o meno bonariamente. Per esempio, a che gli scrive «Forse è arrivato il momento di ritirarti a vita privata» risponde «Comincia tu. Io ci rifletto». E allora viene da chiedersi, come faceva Ezio Greggio: è lui o non è lui? Ovvero chi è che scrive ora, Lippi o il suo «hacker»?

La notizia più importante, comunque, confermata anche dai medici dell'ospedale, è che le condizioni di salute del presentatore sono abbastanza buone e lo showman dovrebbe essere dimesso presto.