Home TvNews e AnticipazioniHistory: un canale dedicato alle due guerre mondiali

History: un canale dedicato alle due guerre mondiali

I trent’anni (1914-1945) che hanno segnato la nostra storia, dal 2 all’8 giugno in esclusiva e in prima visione sul canale 408 di Sky

Foto: "Animali della Grande Guerra" di Folco Quilici  - Credit: © Istituto Luce-Cinecittà

02 Giugno 2020 | 12:53 di Lorenzo Di Palma

Per l’80° anniversario dell’entrata in Italia nella Seconda Guerra Mondiale il canale satellitare History ha creato per la settimana da martedì 2 a lunedì 8 giugno un canale temporaneo sulla posizione 408 di Sky chiamato Le guerre di History con una programmazione di circa 80 ore di contenuti, di cui 13 ore di prime visioni, tutte dedicate alle riflessioni sul clima sociale che precede un evento bellico, lo prepara, e inconsapevolmente lo favorisce; alla rievocazione delle grandi battaglie e ai frammenti di vita, gli episodi che esprimono il lato forse più comprensibile della guerra, i sentimenti di fiducia ed esaltazione iniziali, lo sgomento davanti alla morte, la tragedia delle famiglie lacerate, gli aspetti più crudi della vita al fronte.

Tra i titoli nuovi proposti si segnala lo speciale in tre parti della BBC su uno dei più terrificanti scontri della Prima Guerra Mondiale, la Battaglia della Somme (giovedì 4 giugno, dalle 21), una vera e propria carneficina che costò la vita a un milione di soldati; La vera storia di Pearl Harbor, (martedì 2 giugno in prima serata) un documentario sempre della BBC che getta nuova luce su quel drammatico giorno grazie anche a un accesso esclusivo ai documenti discendenti di Husband Kimmel, l’ammiraglio a capo della Flotta del Pacifico che divenne il capro espiatorio della tragedia.

Il canale parlerà anche italiano, ovviamente; una menzione particolare merita quindi Mio duce ti scrivo (Istituto Luce-Cinecittà, mercoledì 3 giugno alle 21), un incredibile spaccato della vita degli italiani sotto il fascismo, dal suo avvento fino alla fine nel 1945, che si fonda sulle lettere che per anni inviarono a Benito Mussolini, e Animali della Grande Guerra (Red Film e Istituto Luce-Cinecittà, domenica 7 giugno alle 21), esempio lampante delle prospettive originali con cui guardiamo alla storia diretto dal compianto Folco Quilici.