Home TvNews e Anticipazioni“Il racconto del reale”, su Sky Atlantic un ciclo di film per capire il presente

“Il racconto del reale”, su Sky Atlantic un ciclo di film per capire il presente

Dal 13 novembre ogni domenica un docu-film su temi di attualità, dalle elezioni Usa alla violenza negli stadi

Foto: The Disunated States of America  - Credit: © Ufficio stampa Sky

13 Novembre 2016 | 11:15 di Simone Gorla

Una collezione di storie per raccontare l'attualità e capire il presente. È “Il racconto del reale”, il ciclo di film con appuntamento settimanale, al via dal 13 novembre su Sky Atlantic HD e su Sky On Demand.

Docu-film con un linguaggio cinematografico che raccontano in modo diretto, senza filtri e senza mediazioni, eventi che hanno cambiato gli equilibri internazionali o sconvolto le vite di comunità e famiglie. Le produzioni portano la firma di personalità del mondo della cultura e del giornalismo, tra cui Mauro Parissone, Ambrogio Crespi, Michele Bongiorno, Mimmo Calopresti, Luigi Prieto, Beatrice Borromeo e Bill Emmot.

Primo appuntamento il 13 novembre alle 23.15 su Sky Atlantic HD (e in contemporanea su Sky TG24 Active Eventi) con “L'ultimo stadio”. Il film racconta la finale di Coppa Italia Fiorentina-Napoli del 3 maggio 2014 a Roma, durante la quale fu ucciso il tifoso Ciro Esposito, con le voci e le immagini registrate da telefonini dei tifosi e telecamere della polizia, fuori e dentro lo stadio.

Cambio di scenario domenica 20 novembre con “Selfie-surgery – Vorrei essere il mio avatar”. Il film, firmato da Beatrice Borromeo, osserva la moda di modellare il proprio fisico come quello dei propri avatar digitali. La domenica successiva, 27 novembre, è la volta di “Come è profondo il mare”: immagini esclusive dal fondo del Canale di Sicilia che descrivono un naufragio con gli occhi di chi non ce l’ha fatta. Il film si apre con il recupero a 370 metri di profondità del barcone affondato il 18 aprile 2015 in cui morirono 970 migranti.

Il 4 dicembre, sarà la volta di “Spes contra spem – Liberi dentro” di Ambrogio Crespi, un docu-film sull’ergastolo che - attraverso la voce del condannato e dell’amministrazione penitenziaria – offre una prospettiva diversa sul senso della pena e della sua espiazione. Domenica 11 dicembre ecco “Papa Francesco: come Dio comanda”, il Pontefice più lontano dai media tradizionali visto attraverso internet e raccontato come se fosse un social network. Il ciclo del “Racconto del Reale” continua domenica 18 dicembre con “Follow the paintings”, indagine sul lato oscuro dell’arte, quello contaminato dalla criminalità organizzata.

Tra gli altri titoli anche “Ignoto 1”, racconto in quattro parti delle principali tappe del delitto di Yara Gambirasio; “La fabbrica fantasma” che pone lo sguardo sul mondo della contraffazione, indagato attraverso un viaggio dal porto di Napoli fino al confine tra Ungheria e Ucraina; “Cronache di frontiera”, la serie in quattro puntate che racconta i quartieri a più alto tasso di immigrazione a Milano; “Ti odiamo a morte preside”, di Beatrice Borromeo e Mia Benedetta, storia di una maestra elementare di Caivano (Napoli) che ogni mattina fa il giro delle case dei camorristi della zona per prendere i loro figli e convincerli ad andare a scuola; “Baraccopolis”, che mostra la vita delle migliaia di persone costrette a vivere nelle baraccopoli. Infine anche “Marathon: the patriot day bombing”, documentario sull’attentato compiuto durante la maratona di Boston del 15 aprile 2013, e “Europe at sea”, uno spaccato della crisi europea sul tema sicurezza e migranti.