Home TvNews e AnticipazioniIl Sei Nazioni dell’Italia parte in Scozia

Il Sei Nazioni dell’Italia parte in Scozia

Scatta l’edizione 2019 del torneo “Sei Nazioni”, con la Nazionale italiana di rugby che sabato 2 febbraio esordirà contro la Scozia

Foto: Gli Azzurri guidati da Sergio Parisse (al centro) in una gara dello scorso anno contro l’Inghilterra

01 Febbraio 2019 | 16:24 di Matteo Valsecchi

Scatta l’edizione 2019 del torneo “Sei Nazioni”, con la Nazionale italiana di rugby che sabato 2 febbraio esordirà contro la Scozia. La partita verrà trasmessa in chiaro su Dmax 8canale 52 del digitale terrestre) alle ore 14.35. Se non siete degli intenditori di questo sport ma volete godervi al meglio lo spettacolo, ecco una breve guida con le regole principali.

I PUNTI
Per segnare bisogna schiacciare a terra la palla ovale nell’area di meta avversaria: vale 5 punti. In più, fare meta dà il diritto alla “trasformazione” da 2 punti: è un calcio piazzato che deve far passare il pallone tra i due pali e al di sopra della sbarra orizzontale della porta a forma di “H”. Esiste poi il calcio di punizione con cui si possono realizzare 3 punti, sempre facendo passare la palla in mezzo ai pali e sopra la sbarra. Infine c’è il “drop” da 3 punti, un calcio in movimento: il giocatore deve centrare la porta sopra la sbarra dopo aver fatto rimbalzare a terra l’ovale.  

IL PASSAGGIO
La palla può essere passata in due modi. O con le mani, ma solo orizzontalmente o all’indietro (mai in avanti). In alternativa si possono usare i piedi. In questo caso è ammesso anche il passaggio in avanti, ma solo se chi riceve il pallone è lo stesso che ha calciato o un compagno partito dietro di lui.

LA MISCHIA
Quando una squadra commette alcuni tipi d’infrazione viene giocata la “mischia ordinata” a cui partecipa un minimo di 5 elementi per formazione. Dopo che questi vengono a contatto, viene introdotto il pallone. A quel punto i giocatori possono usare i piedi per attirarlo verso la propria parte.

LA TOUCHE
È la rimessa laterale in cui i giocatori si mettono in due file contrapposte. Quando la palla viene rimessa in campo, salteranno il più in alto possibile per cercare di prenderla.

I TEMPI
Sono due da 40 minuti ciascuno. A questi, però, si aggiunge il cosiddetto “terzo tempo”: è un incontro conviviale tra i giocatori nel dopo partita.