Home TvNews e Anticipazioni“Io sono Libero”, su Rai1 la docufiction su Libero Grassi

“Io sono Libero”, su Rai1 la docufiction su Libero Grassi

A 25 anni dalla morte, la fiction ripercorre gli ultimi 8 mesi di vita dell'imprenditore siciliano che si ribellò al pizzo e alla mafia

Foto: Libero Grassi  - Credit: © Facebook

26 Agosto 2016 | 18:38 di Angelo De Marinis

Lunedì 29 agosto alle 21.25 su Rai1 andrà in onda "Io sono Libero", la fiction con Alessio Vassallo e Adriano Chiaramida, regia di Giovanni Filippetto e Francesco Miccichè, che racconta la vicenda umana e civile di Libero Grassi, l'imprenditore siciliano che fu ucciso nel 1991 dopo che ebbe il coraggio di non scendere a compromessi col potere criminale e, di fronte a minacce e omertosi silenzi, di rendere pubblico il suo rifiuto di pagare il pizzo alla mafia.

"Mio padre era troppo avanti nel tempo in molte cose. Quando ha fatto la sua denuncia pubblica e televisiva era sicuro di avere consenso e invece è stato lasciato solo. Non aveva certo manie di protagonismo come disse l'associazione industriali di Palermo. Quello che è cambiato è il fatto che se ne parla, che Rai e Mediaset trasmettono documenti e informazioni" ha detto all'Ansa Alice Grassi, la figlia dell'imprenditore siciliano.

La docufiction ripercorre, con immagini di repertorio, gli ultimi 8 mesi di vita di Grassi, dal 10 gennaio 1991, giorno di pubblicazione della lettera al Caro estorsore, all'uccisione.