Home TvNews e AnticipazioniKatia Follesa e il pasticciere Damiano Carrara conducono «Cake star»

Katia Follesa e il pasticciere Damiano Carrara conducono «Cake star»

Da venerdì 2 febbraio in prima serata su Real Time parte «Cake star. Pasticcerie in sfida», una gara golosa a colpi di panna e creme

Foto: Katia Follesa e Damiano Carrara

02 Febbraio 2018 | 14:44 di Simona De Gregorio

Dolci al cucchiaio, torte raffinate, cioccolatini... Da venerdì 2 febbraio in prima serata su Real Time parte «Cake star. Pasticcerie in sfida», una gara golosa a colpi di panna e creme condotta da Katia Follesa e dal pasticciere Damiano Carrara.

Ed è proprio lui a spiegarci il meccanismo della competizione: «In ogni puntata andremo in una città d’Italia dove tre pasticcieri del luogo verranno giudicati per la location, per il cabaret delle paste e per il “pezzo forte”, ovvero la loro specialità. Katia e io assegneremo a ognuno di loro un punteggio. Uno dei tre verrà quindi eliminato e i due restanti dovranno preparare un dolce che comprenda tre ingredienti tipici della loro terra. Il vincitore si aggiudicherà il titolo di miglior pasticciere della città e un premio di 2.000 euro».

Sarà quindi un viaggio che ci porterà a scoprire le eccellenze della pasticceria, dal Nord al Sud dell’Italia. «Il nostro Paese ha una tradizione molto forte in questo campo» dice Carrara «e ogni regione utilizza ingredienti particolari, perciò possiamo vantare una varietà incredibile». Quanto al rapporto con Katia Follesa, Damiano è entusiasta: «C’è una grande intesa tra noi, lei mi dà consigli sui tempi televisivi e io le insegno qualche segreto in cucina».

Tanto più che la comica pare cavarsela benissimo ai fornelli. «Sono figlia di uno chef e mi piace molto cucinare» dice. In più sono golosissima, adoro la tarte tatin (torta di mele francese, ndr) con la panna e vado matta per il cioccolato. Comunque, da Damiano c’è molto da imparare». E, nonostante sia un pasticciere affermato, lo stesso Carrara ammette che in cucina non si finisce mai di apprendere: «In questo mestiere devi sempre evolvere, quindi cerco sempre nuovi spunti, che trovo anche nei concorrenti che incontro in tv».