Home TvNews e AnticipazioniLa mamma di Elisa Isoardi: «È bellissima, ma non è una bambolina»

La mamma di Elisa Isoardi: «È bellissima, ma non è una bambolina»

Irma Isoardi parla con Sorrisi della sua famosa figlia e racconta: «Da piccola la mia Elisa era un terremoto»

10 Maggio 2018 | 11:30 di Antonella Silvestri

Quando la chiamo, mi risponde con voce gentile: «Abbia pazienza, corro ad abbassare il volume della televisione e poi sarò tutta per lei». Si presenta così la signora Irma Sarale, mamma di Elisa Isoardi, uno dei volti di punta del daytime di Raiuno.

Con una figlia che lavora in tv, lei starà appiccicata al piccolo schermo tutto il giorno?
«Io amo la televisione. D’altronde per me che per lunghi periodi dell’anno abito in montagna a 1.500 metri (a Colletto, frazione di Castelmagno in provincia di Cuneo, ndr), la tv è una grande compagnia. In un posto così isolato vedere tutti i giorni la mia “bimba” mi dà gioia».

Quanto è gratificante, ma anche difficile, essere la mamma di una «bimba» famosa?
«Mi viene da ridere perché per me Elisa non è il personaggio che vedo in tv e sui giornali. Non riesco a considerarla una vip. Siamo persone semplici e ancora oggi mi sembra impossibile credere a tutto il bello che ci sta capitando…».

Già da piccola sua figlia sognava di entrare nel mondo dello spettacolo?
«Da bambina era particolare. Un giorno la portai in gita con me a Roma. Elisa aveva sette anni. Mentre visitavamo la città, a un certo punto si fermò, mi guardò negli occhi e mi disse: “Mamma, io verrò a vivere qui”. Mi lasciò di stucco quell’espressione, detta da una bimba così piccola. Anche dopo, ha sempre coltivato l’idea di andare via di casa e di andare a vivere in una grande città, come poi è accaduto».

A vederla oggi, Elisa sembra una donna molto determinata. Ha sempre avuto questo temperamento?
«Da piccola non stava mai ferma. Era molto vivace. Me ne ha combinate tante».

Ci racconta un episodio memorabile?
«Un giorno sa cosa ha fatto Elisa? Ha collegato i fili della luce con i cavi del telefono. Che spavento! L’ha fatto perché voleva avere il telefono in camera (sorride)».

È vero che con i primi soldi guadagnati sua figlia Elisa l’ha aiutata a realizzare il suo grande sogno?
«Abbiamo aperto una locanda, ma ora non ce l’abbiamo più. Mia figlia sapeva che ho sempre avuto la passione per la cucina».

Passione che ha trasmesso anche a Elisa?
«Eh sì, la vedete… A lei piace mangiare qualsiasi cosa».

Nel rapporto con sua figlia lei ha un ruolo da classica mamma o si comporta da amica?
«È un bellissimo rapporto, molto confidenziale. Tendo a darle molti consigli».

Con quale frequenza riuscite a vedervi?
«Ultimamente poco. Mia figlia viene a trovarmi ogni due mesi. Per fortuna la vedo comunque ogni giorno in tv».

Lei vive per lunghi periodi in montagna da sola. Non le viene il desiderio di dividere più tempo con Elisa che abita in una grande città?
«Prima la raggiungevo spesso a Roma ma ora, avendo anche due cani, è difficile muovermi. E comunque, sia io che mia figlia siamo innamorate della montagna. Questi luoghi hanno un grande fascino».

Tempo fa Elisa ha dichiarato che mamma Irma è un po’ critica e che talvolta ha avuto da ridire sull’aspetto fisico della figlia…
«Diciamo che lei non ha la perfezione da bambolina. Con quella gobbetta sul naso... Per carità, è una ragazza bellissima e ha un paio di occhi meravigliosi. Il suo è un viso particolare ma…».

Ma Elisa è fra le conduttrici più belle del piccolo schermo...
«(Sorride) Elisa è bella, ma ci sono delle ragazze che hanno volti perfetti, da bambole ecco».

Sua figlia teme i giudizi di mamma Irma?
«Lei vuole che io la guardi tutte le mattine. A fine trasmissione non mi risparmio e le dico se mi è piaciuta truccata o vestita in quel modo. Mi ascolta sempre».

Da mamma, quando ha capito che la carriera di Elisa stava decollando?
«Quando è entrata in Rai. Prima faceva la modella ma, poiché a lei piace mangiare, era diventata rotondetta e in quell’ambiente le vogliono tutte magre. Elisa ha fatto la sua bella gavetta. È stata bravissima. E ogni volta che la vedo mi emoziono. Ma tanto».

Sua figlia, oltre a essere un personaggio tv, è da tre anni anche la fidanzata di un signore che si chiama Matteo Salvini…
«È impegnativa la cosa (sorride). Ognuno la può pensare politicamente come vuole, ma Matteo Salvini è una persona tranquilla mentre Elisa è un vulcano. Si compensano…».

E la conduttrice: «Grazie per avermi sempre sostenuto!»

Foto: Elisa Isoardi conduce «Buono a sapersi», dal lunedì al venerdì alle 11.05 su Rai1

Ha già pensato al regalo per la festa della mamma, domenica 13 maggio?
«Ho qualche idea. Spero che mia madre mi raggiunga a Roma perché il 2 giugno è anche il suo compleanno. Il mio desiderio è che venga da me per rilassarsi un po’. In questo periodo è molto indaffarata con la casa in montagna ma cercherò di convincerla».

Sua madre ha influenzato le sue scelte?
«Lei è stata per me fondamentale e sempre comprensiva. A 16 anni volevo trasferirmi a Roma per studiare teatro. Non è facile per un genitore assecondare i desideri o i capricci di una ragazza giovanissima, eppure mia madre mi ha sempre sostenuto. Ha creduto in me sin dall’inizio».

La signora Irma è schietta e ogni tanto ha da ridire anche sulla sua «bimba»…
«Mamma ha sempre rappresentato il mio punto di equilibrio. È una persona vera, dice sempre quello che pensa e credo di avere ereditato da lei questo suo carattere. Così come il pragmatismo. Ascolto i suoi consigli. Lei è la mia sostenitrice».

La considera un’amica a cui confidare tutto?
«Siamo complici fino a un certo punto, perché non bisogna mai oltrepassare i ruoli. Lei mi ha sempre detto: “Ti parlo da amica, ma io sono comunque tua mamma”.
E in questo sono d’accordo. Con le mie amiche parlo di altro».

Nel rapporto con il suo compagno, Matteo Salvini, sua madre si comporta da classica suocera?
«Non è mai invadente. Rispetta i nostri spazi. E se pensa qualcosa, la dice subito. È la persona più corretta e riservata che conosca».

Sua madre ha detto che a lei piace mangiare. Ora dovrà imparare anche a cucinare visto che condurrà «La prova del cuoco»...
«In realtà non c’è ancora nulla di ufficiale. Sarei contenta anche perché non nasco ieri: sono 15 anni che lavoro in Rai e se questo dovesse realizzarsi sarebbe una scelta di continuità».