Home TvNews e AnticipazioniLa Rai dà il via alla «Maratona» per la Fondazione Telethon

La Rai dà il via alla «Maratona» per la Fondazione Telethon

“Festa di Natale” aprirà la ventinovesima edizione della maratona televisiva sulle reti Rai dal 15 al 22 dicembre con l'obiettivo di superare i 31 milioni di euro del 2017

Foto: I ricercatori della "Fondazione Telethon"  - Credit: © Rai

15 Dicembre 2018 | 10:49 di Lorenzo Di Palma

Anche quest’anno la Rai ha risposto, come fa da ventinove anni, all’appello della Fondazione Telethon per dare voce ai bambini e alle famiglie che devono affrontare una malattia genetica rara e portare nelle case degli italiani la missione di Fondazione nella ricerca scientifica con la consueta “maratona” che, dal 15 al 22 dicembre, coinvolgerà, come sempre, tutti i canali televisivi e radiofonici.

Sarà Uno Mattina in Famiglia con Ingrid Muccitelli e Luca Rosini a ospitare l’accensione del numeratore che segnerà l’inizio ufficiale della maratona sabato 15 dicembre. A seguire, sabato 15 dicembre in prima serata su Rai 1, Antonella Clerici, accompagnata da Paolo Belli e la sua orchestra, condurrà Festa di Natale, una serata interamente dedicata a Fondazione Telethon, con numerosi ospiti, come l’attore Luca Zingaretti, che reciterà un monologo sulla storia di John Crowley (già ispiratrice del film Misure Straordinarie) e di Rossella Passero, una ragazza con malattia di Pompe. Saranno inoltre presenti  il cantante Gigi D’Alessio, per raccontare la storia di due bambini con una rara malattia metabolica trattati all’Istituto Telethon di Pozzuoli (Napoli), il Trio Medusa con il Presidente di UILDM Marco Rasconi e Flavio Insinna, che leggerà un estratto del monologo satirico di Pierpaolo Baingiu sulla fibrosi cistica. In collegamento da Milano anche Vincenzo Salemme.

Nel corso di Festa di Natale verrà inoltre proiettato per la prima volta il cortometraggio Vasco e Viola, il tredicesimo di Rai Cinema per Fondazione Telethon, diretto da Gabriele Muccino con musiche di Nicola Piovani. E i principali conduttori Rai saranno coinvolti nella lettura delle Buone notizie: Marco Liorni, Mara Venier, Milly Carlucci, Amadeus. Nella seconda serata, invece, il timone della conduzione passerà a Gigi e Ross.

A partire poi dalla mattinata di domenica 16 dicembre, la maratona Telethon proseguirà sulle tre reti Rai con un’ideale staffetta che vedrà alternarsi alla conduzione Arianna Ciampoli, Paolo Belli, Cristina Parodi, Gigi e Ross, Federica De Denaro, Gabriele Corsi, Eleonora Daniele e Marco Liorni. Inviati speciali della maratona Telethon saranno Federica De Denaro e Lorenzo Branchetti.  

Grande spazio alla ricerca Telethon sarà dedicato a Uno Mattina con Franco Di Mare e Benedetta Rinaldi e a La Vita in Diretta, con Francesca Fialdini e Tiberio Timperi. Eleonora Daniele ospiterà a Storie Italiane quattro bambini con malattie genetiche rare; anche Caterina Balivo (Vieni da me) e Mara Venier (Domenica in) dedicheranno parte dei loro programmi ai contenuti della Fondazione.

Paolo Belli e Arianna Ciampoli, testimonial Telethon, saranno inoltre coinvolti non solo come conduttori, ma parteciperanno anche a La prova del cuoco da Elisa Isoardi in qualità di giudici. A chiusura della settimana, sabato 22 dicembre in prima serata su Rai 1, andrà in onda Soliti Ignoti Speciale Telethon, condotto da Amadeus.

L’edizione di quest’anno vedrà purtroppo l’assenza importante di Fabrizio Frizzi, scomparso lo scorso marzo. Non mancheranno, durante la maratona televisiva, le occasioni per ricordare il conduttore romano per la sua generosità e il suo carisma e per il significativo impegno a sostegno della ricerca scientifica di Fondazione Telethon, progetto in cui credeva fortemente. La Fondazione Telethon ha annunciato di aver intitolato alla memoria di Fabrizio Frizzi una delle borse di studio annuali erogate dall’Istituto Telethon di genetica e medicina (Tigem) di Pozzuoli, Napoli, centro all’avanguardia per la ricerca sulle malattie genetiche rare.

L’edizione 2017 ha permesso di raccogliere oltre 31 milioni di euro (per la precisione 31.320.267 euro), per sperimentare nuove forme di medicina, come la terapia genica e l’editing genetico, e sostenere la vita quotidiana dei malati e dei loro cari.