Home TvNews e AnticipazioniLe App per guardare la TV in vacanza

Le App per guardare la TV in vacanza

Non volete perdere neppure un episodio de «Il segreto»? Volete seguire le news o il calcio? Mettetevi comodi sotto l’ombrellone e prendete il telefono

Foto: Anche in spiaggia è possibile seguire i programmi TV  - Credit: © Shutterstock

30 Giugno 2017 | 14:03 di Alex Adami

Fino a qualche anno fa quando si partiva per le vacanze si mettevano al riparo le piante del terrazzo, si chiudeva il rubinetto generale dell’acqua e si staccava la spina della tv. In attesa di riattaccarla alla fine dell’estate, scoprendo i programmi della nuova stagione. E se c’era una partita di calcio estiva agli appassionati non restava che fare un tuffo negli Anni 50 e guardarla al tavolino di un bar. Ora però tutto è cambiato: i dati del 2016 dicono che il 62% degli italiani utilizza uno smartphone (ma la percentuale è in costante aumento) e che sono in circolazione oltre 80 milioni di dispositivi personali connessi a Internet tra smartphone e tablet. Insomma, ognuno si porta in tasca la sua piccola tv e può decidere di guardarla ovunque, a patto di avere una connessione alla rete. Ci si può godere anche sulla sdraio una puntata di «Il segreto» o l’amichevole di lusso della propria squadra del cuore. Nella maggior parte dei casi, infatti, i canali televisivi hanno realizzato una «App» ufficiale che permette di seguire il palinsesto e di rivedere «on demand» («su richiesta») un’ampia parte della programmazione passata (amplissima, nel caso della Rai, che mette a disposizione una sconfinata selezione dei propri archivi storici).

Anche Sky e Mediaset Premium hanno le loro App ufficiali, e sono particolarmente ben fatte (del resto l’abbonamento alla pay tv si paga pure nei periodi in cui si è in vacanza...).
Qualche precisazione è però necessaria: le applicazioni sono gratuite, ma consumano molto traffico. Dunque, tenete sempre d’occhio la quantità di «giga» inclusi nel vostro contratto. Il problema ovviamente non si pone se avete accesso a una rete wi-fi. Diverse App offrono inoltre la possibilità di scaricare sul dispositivo il programma prescelto e di guardarlo in seguito senza connessione.
A destra trovate la descrizione delle principali App televisive ufficiali disponibili al momento. Ancora non sono così facili da usare quelle per controllare dalla sdraio che la pianta sul terrazzo di casa abbia acqua a sufficienza o che il rubinetto generale sia chiuso: meglio ricordarsi di controllare prima della partenza…

Restate nei confini! Le App descritte in questo articolo funzionano solo se ci si trova in territorio italiano: non all’estero, per motivi legati ai diritti.

1.

RAI PLAY

Oltre alla visione di tutti i canali in modo «tradizionale» (inclusi Rai Sport e Rai Movie) l’App permette l’accesso on demand a molti show, film, fiction e documentari prodotti o trasmessi dalla Rai, suddivisi per canale e fascia oraria. Da segnalare la sezione «I Favolosi», ampio archivio storico con programmi dagli Anni 60 in poi (troverete di tutto, dalle puntate di «Tutto Totò» a «Il giornalino di Gian Burrasca» con Rita Pavone).

Canali disponibili: tutti i canali Rai.

Visione programmi on demand: è possibile scaricare qualunque contenuto per poi poterlo guardare anche in assenza di una connessione.

2.

MEDIASET

ON demand: consente di vedere le puntate dei programmi trasmessi dai canali Mediaset, a cominciare  da Canale 5, Italia 1 e Rete 4, con una sezione dedicata ai titoli del momento per tenersi aggiornati sulle novità più popolari del palinsesto. Nella sezione «Rivedi la tv» si trovano serie tv, fiction, quiz e documentari degli ultimi sette giorni. 

Canali disponibili: tutti i canali Mediaset.

Visione programmi on demand: per accedere ai singoli contenuti su richiesta è necessario essere connessi alla rete. Non è possibile scaricare i programmi sul dispositivo e vederli in un secondo momento.

3.

DPLAY

L’App fa accedere a molti programmi presenti sui canali Discovery (Nove, Real Time, DMax) tra cui «Pronto e postato» con Benedetta Parodi, «Unti e bisunti» con Chef Rubio, «Cucine da incubo» con Antonino Cannavacciuolo e «Fratelli di Crozza». La divisione in «generi» permette di orientarsi per raggiungere i programmi legati a un argomento specifico tramite la connessione alla rete.

Canali disponibili: nessuno. Trovate solo i singoli programmi su richiesta e qualche evento «live».

Visione programmi on demand: non permette il download. Serve sempre la connessione web.

.

PREMIUM PLAY

L’App consente agli abbonati di accedere ai contenuti di Mediaset Premium (film, serie tv, calcio e sport). La sezione «a noleggio» offre (a pagamento) le ultime novità cinematografiche a pochi mesi dall’uscita.

Canali disponibili: è possibile guardare i canali Premium, dal Cinema al Calcio (dirette di Serie A e di Champions).

Visione programmi on demand:  migliaia di programmi possono essere scaricati e guardati senza rete.

.

SKY GO

Il meglio della programmazione Sky a portata di smartphone e tablet. L’utilizzo è immediato e la grafica elegante. 

Canali disponibili: circa 40 canali di sport, calcio, news, show, serie, documentari e programmi per bambini. A patto che siano inclusi nell’abbonamento «domestico». 

Visione programmi on demand: un migliaio di titoli disponibili su richiesta gratuitamente per chi è abbonato a Sky da almeno un anno. Per poterli scaricare e vedere senza connessione bisogna abbonarsi al servizio «Plus» che costa 5 euro al mese in più.

.

SKY KIDS

Una piccola idea geniale: l’App consente infatti di vedere solo i programmi per bambini dell’offerta Sky escludendo il resto della programmazione. In più, è possibile impostare il tempo massimo di visione, passato il quale l’App si chiude automaticamente.

Visione programmi on demand: altra buona notizia. I programmi sono disponibili «on demand» senza pubblicità e possono essere scaricati e visti (dagli abbonati) senza connessione.

.

PARAMOUNT CHANNEL

L’App permette di vedere gli episodi di diverse serie trasmesse dal canale gratuito di film e telefilm ma il catalogo è ancora piuttosto limitato.

Visione programmi on demand: non permette di scaricare i contenuti. Ma per accedere al servizio (gratuito) è necessario iscriversi ed essere utenti di Facebook o Twitter.