Home TvNews e Anticipazioni«Non è l’Arena» continua il dibattito sulla mafia a Ostia

«Non è l’Arena» continua il dibattito sulla mafia a Ostia

Il programma di approfondimento condotto da Massimo Giletti, in onda su LA7 il 26 novembre alle 20.30 ospita il confronto tra Domenico Spada, il cugino dell'aggressore della troupe di «Nemo» e il magistrato Alfonso Sbardella.

26 Novembre 2017 | 14:02 di Angelo De Marinis

Tematiche di grande attualità al centro della terza puntata di Non è l'Arena in diretta su LA7 il 26 novembre alle 20.30.

L'aggressione al giornalista di Nemo Daniele Piervincenzi e alla troupe della Rai è solo una delle ultime manifestazioni di un clima di soprusi che si è impossessato di Ostia. Qualcuno si è sbilanciato fino a definirla una città di mafia. ll dibattito moderato da Massimo Giletti prevede un faccia a faccia tra Domenico Spada, cugino di Roberto, ora in carcere per gli atti di violenza contro Piervincenzi e Alfonso Sabella, che è stato Sostituto Procuratore del Pool Antimafia a Palermo e assessore alla legalità del Comune di Roma con delega sul litorale di Ostia.

Vitalizi e pensioni ai parlamentari: una questione che Giletti ha più volte affrontato a L'Arena. Ne discute stavolta con Daniela Santanchè di Forza Italia, Matteo Richetti del Pd e l'onorevole Gianfranco Rotondi, nettamente favorevole ai vitalizi. Il politico e giornalista ha inoltre espresso di recente l'intenzione di ricandidare la Democrazia Cristiana alle elezioni. 

Un altro argomento delicato sul quale il programma richiama l'attenzione riguarda l'ipotesi di tassazione dell’attività di escort o gigolò. Si tratta di attività non riconosciute dallo Stato ma che procurano spesso ingenti guadagni. Una regolamentazione adeguata risolverebbe la questione dell'evasione fiscale ma non tutti sono d'accordo nel far rientrare questi profili tra i mestieri e le professioni. Ospiti in studio una escort e un gigolò e Mario Sberna tra i fondatori del movimento Democrazia Solidale.