Home TvNews e Anticipazioni«Ogni cosa è illuminata»: al via la seconda stagione

«Ogni cosa è illuminata»: al via la seconda stagione

Su Rai3 in prima serata al sabato torna Camila Raznovich

Foto: Camila Raznovich  - Credit: © Rai

08 Giugno 2019 | 13:38 di Lorenzo Di Palma

Casa, resilienza, clima, futuro ed evoluzione. Sono questi i temi delle cinque puntate della seconda stagione di Ogni cosa è illuminata, il programma condotto da Camila Raznovich, al via sabato 8 giugno in prima serata su Rai3. Un nuovo viaggio con tante storie per incuriosire e grandi documentari per capire meglio, testimonianze inedite per riflettere sul passato il presente e il futuro dell’evoluzione umana.

La prima puntata approfondirà il tema “casa” intesa non solo come abitazione ma anche come città, ambiente, pianeta e posto dell’anima. In apertura la band Lo Stato Sociale inaugurerà l’appuntamento ricorrente intitolato Città di note di cui via via, saranno protagonisti tutti gli ospiti musicali, ognuno infatti porterà con sé un contributo video in cui racconterà la propria città, come l’ha vissuta in passato e come la vive adesso.

Tra gli ospiti anche il giornalista Domenico Iannacone, con il quale il tema sarà declinato attraverso le immagini del documentario Lontano dagli occhi, realizzato con Luca Cambi e le immagini di Barca Nostra il relitto affondato il 18 aprile 2015 con 800 persone a bordo e recuperato a 370 metri di profondità diventato un’opera dell’artista svizzero Christoph Büchel esposta alla 58a Biennale di Venezia.

Collegato in diretta con lo studio ci sarà anche Guillaume Nery, campione mondiale di apnea con le sue emozionanti riprese sottomarine e Paolo di Paolo, fotografo che ha contribuito a tramandarci gran parte della memoria italiana del '900 come la nascita dell'Autostrada del Sole, gli anni della Dolce Vita, i film di Pier paolo Pasolini o le officine di Enzo Ferrari.

Infine ogni settimana Céline Cousteau nipote del grande esploratore francese Jacques Cousteau e documentarista di fama internazionale, ripercorrerà i viaggi del nonno per toccare con mano i grandi cambiamenti che sono avvenuti negli anni, e Lella Costa si esibirà in un monologo che ripercorre in modo ironico e originale il tema centrale.