Home TvNews e AnticipazioniRaiPlay, le novità dell’autunno 2019. A partire da Fiorello…

RaiPlay, le novità dell’autunno 2019. A partire da Fiorello…

Il direttore dell’Area Digital della Rai e responsabile editoriale di RaiPlay Elena Capparelli anticipa le grandi novità della prossima stagione

Foto: Fiorello

02 Agosto 2019 | 09:28 di Giusy Cascio

In questi giorni Fiorello fa capolino in tv con la sua verve irresistibile nel promo del suo ritorno...su RaiPlay. Nello spot il conduttore prende il simbolo del segnale wifi a forma di triangolino rovesciato, lo usa come ventaglio per farsi aria contro il caldo e ci dà appuntamento a novembre con “Viva RaiPlay”, un evento unico, attesissimo.

«Andrà in onda sulla nostra piattaforma e darà il via a una rivoluzione dei contenuti» spiega Elena Capparelli, direttore dell’Area Digital Rai, responsabile editoriale di RaiPlay. «Per l’occasione cambieremo anche l’interfaccia, cioè l’aspetto con cui la nostra offerta di programmi, film, fiction, serie tv, speciali e documentari viene presentata agli utenti».

Ci dica qualcosa di più. Che cosa farà Fiorello?
«Sorpresa! Posso solo dire che sarà uno show e sarà in diretta, tre volte alla settimana. Facciamo riunioni di continuo perché è una bella sfida. Siamo solo a luglio, Fiorello deve ancora studiare come portare questi contenuti in tv e alla radio».

Alle riunioni c’è anche lui?
«Sì, quindi ridiamo un sacco. Si sente tutto quell’entusiasmo tipico del dietro le quinte, dei progetti nuovi».

Che numeri vi aspettate di fare in termini di accessi?
«Alti, ma non quantifichiamo (ride). Al momento abbiamo 12 milioni di utenti registrati, però ci aspettiamo che proprio grazie a Fiorello si avvicineranno a RaiPlay anche molte altre persone che magari ancora non hanno mai provato l’accesso ai contenuti OTT (Over The Top, ndr). Ovvero quelli a cui si accede da smartphone con un’app, da computer e tablet tramite browser o dai televisori di casa connessi a Internet. Come servizio pubblico, insomma, cogliamo l’opportunità di fare un po’ di alfabetizzazione digitale. Una cosa importante, di cui siamo molto orgogliosi».

Ma quali saranno i contenuti esclusivi di RaiPlay per il prossimo autunno?
«Oltre a Fiorello, anche Piero Angela partecipa al gioco: sta preparando con Raiuno e un team di giovani talenti “Superquark+”, un cofanetto di 10 puntate da 15 minuti. Puntate inedite, che saranno disponibili a dicembre come regalo di Natale in modalità “box set”, tutte quante insieme, fruibili anche una dopo l’altra».

Puntate monografiche?
«Sì, ciascuna dedicata a un tema: il freddo, il sonno, la dieta... Piero Angela parlerà anche di amore, dal punto di vista scientifico».

Altri big in arrivo?
«Fabio Fazio. Da settembre avremo una volta alla settimana per 32 settimane una sua nuova serie di interviste a grandi personaggi».

Cosa proporrete a chi ama la fiction?
«Intanto due prodotti originali, creati apposta per RaiPlay: la serie drammatica “Passeggeri notturni”, tratta dai racconti di Gianrico Carofiglio, con Claudio Gioè, e “Il nido”, commedia con Giorgio Tirabassi. Inoltre la fiction “Volevo fare la rockstar”, con Valentina Bellè e Giuseppe Battiston, che andrà in onda su Raidue a settembre in sei serate, sarà subito disponibile completa. È una storia brillante sul mondo dei ragazzi fra i 20 e i 30 anni. Ci darà la possibilità di arrivare ai giovani. Perché loro alla televisione chiedono proprio questo: che si parli di loro».

Lo dice per esperienza personale?
«Sì, io ho due figli: Lorenzo che ha 21 anni e Arianna di 17. Non faccio altro che “intervistarli” per intercettare tendenze, nuovi format e talenti su canali alternativi come YouTube, un bacino interessante da cui pescare».

I suoi figli guardano abitualmente RaiPlay?
«Fanno il tifo per me e di sicuro guarderanno RaiPlay quando cambierà».

La collaborazione con le Teche Rai andrà avanti?
«Certo, la intensificheremo. Abbiamo un patrimonio di 60 anni di tv ed è il nostro vantaggio sulla concorrenza, da Netflix ad Amazon».

Loro non hanno i varietà del sabato sera e gli sceneggiati di una volta...
«Esatto, ed è un punto di forza da valorizzare».

Potenzierete la ricerca? Sarà facile trovare il genere preferito (per esempio “crime”), il periodo (“Anni 80”) o i personaggi (“Stanlio e Ollio”) ?
«Lavoriamo anche in quella direzione per rendere più fruibile RaiPlay. Oltre a mantenere le dirette in streaming dei canali Rai e il “catch-up”, cioè la possibilità di rivedere le fiction e i programmi andati in onda in tv la settimana prima e che ci siamo persi, rafforzeremo il catalogo che è già ricco, per esempio, di 1.500 film. Gli utenti troveranno proposte sempre più in linea con i loro gusti».

ECCO COME SI ACCEDE AL SERVIZIO

RaiPlay è la piattaforma in streaming della Rai ed è un servizio gratuito. Per vedere i contenuti bisogna registrarsi con nome e indirizzo email (oppure con le credenziali di Facebook, Twitter o Google). La pagina principale è già ricca di proposte. Per sfogliare il catalogo si clicca sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra scoprendo le varie sezioni, divise per generi (film, fiction, programmi, eccetera). Chi non ha una smart tv potrà vedere RaiPlay sul televisore usando dispositivi come Chromecast o Apple Tv.

Quattro consigli su che cosa guardare adesso

Su RaiPlay l’offerta varia e si arricchisce in continuazione. Abbiamo chiesto al direttore Elena Capparelli di darci quattro idee per iniziare a scoprire il catalogo. Ecco i suoi consigli.

La porta rossa con Lino Guanciale
Trovate la prima e la seconda stagione della serie ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi e ambientata a Trieste. Il protagonista è il fantasma del commissario Cagliostro, che indaga sul suo omicidio per scoprire chi l’ha tradito e salvare la vita di sua moglie (Gabriella Pession).

La tv delle ragazze con Serena Dandini
Il varietà satirico di Raitre che nel 1988 ha portato al successo tante attrici comiche, da Francesca Reggiani a Lella Costa, da Sabina Guzzanti ad Angela Finocchiaro, e ci ha regalato irresistibili imitazioni come quella di Francesca Dellera fatta da Cinzia Leone.

Camilleri sono su Andrea Camilleri
Uno speciale con le interviste più belle fatte al grande scrittore siciliano, scomparso a 93 anni lo scorso 17 luglio.

Un’estate da paura selezione di film horror
Tanti titoli da brivido italiani e stranieri,da “Il gatto a nove code” alla saga “Saw”.