Home TvNews e AnticipazioniRoberta Capua conduce «Brava!», un talk dedicato alle donne

20 Aprile 2018 | 17:04

Roberta Capua conduce «Brava!», un talk dedicato alle donne

Fino all’inizio dell’estate ci terrà compagnia in seconda serata ogni mercoledì con un nuovo talk show al femminile in onda su Rai Premium

 di Matteo Valsecchi

Roberta Capua conduce «Brava!», un talk dedicato alle donne

Fino all’inizio dell’estate ci terrà compagnia in seconda serata ogni mercoledì con un nuovo talk show al femminile in onda su Rai Premium

20 Aprile 2018 | 17:04 di Matteo Valsecchi

Fino all’inizio dell’estate Roberta Capua ci terrà compagnia in seconda serata ogni mercoledì alle 23.00 con «Brava!», il nuovo talk show al femminile in onda su Rai Premium. Un programma che ha segnato il ritorno di Roberta alla conduzione e che ha un obiettivo dichiarato: «Vogliamo raccontare questo periodo in cui le donne sono al centro di tante battaglie, cercando di farlo in maniera positiva e sorridente».

Quali sono le parole “chiave” per descrivere lo spirito di «Brava!»?
«“Curiosità”, nell’incontrare delle donne comuni che hanno alle loro spalle delle storie speciali. E poi “fantasia”, quella che mettiamo nella ricerca di argomenti di cui non si è sentito tanto parlare. Per dare vita a un programma rivolto alle donne, ma che interessi anche agli uomini».

Se potesse scegliere un ospite da intervistare...
«Papa Francesco, anche se si tratta solamente di un sogno perché so che sarebbe davvero impossibile. Però mi piacerebbe sentire direttamente dalla sua voce cosa pensa della questione femminile. D’altronde lui ha mostrato così tante aperture nei nostri confronti».

C’è qualcosa in cui si considera particolarmente “brava”?
«Oddio... Io sono molto critica con me stessa, difficilmente mi dico brava da sola. Però dicono che in cucina me la cavi abbastanza bene».

Be’ non a caso ha vinto la prima edizione di Celebrity MasterChef lo scorso anno.
«Una piccola medaglia che mi sono appuntata al petto».

Lei è tornata in tv dopo quasi dieci anni di assenza. Ha mai sentito nostaglia del suo lavoro?
«Come dico sempre, ho avuto la fortuna di poter scegliere di dedicarmi alla mia vita privata e, soprattutto, di crescere mio figlio Leonardo che oggi ha 10 anni. Ho ricominciato a lavorare quando ho sentito di essere pronta. E nel frattempo mi sono goduta la felicità di essere mamma».