Sanremo 2016: la Rai presenta la scenografia del Festival

Disegnato da Riccardo Bocchini, il palco dell’Ariston racconterà “lo sbocciare di un fiore”

Foto: Sanremo 2016: la nuova scenografia  - Credit: © UfficioStampaRai

28 Gennaio 2016 | 19:26 di Daniele Ceccherini

Riccardo Bocchini, l'architetto che torna a firmare la scenografia per il 66° Festival di Sanremo, ha detto di essersi ispirato allo ?sbocciare di un fiore? per disegnare uno spazio che raccoglie il palco e la platea in un unico contenitore attraversato da giochi di luce e di grafica.

?Lo sbocciare del fiore?, spiega Bocchini, sarà evocato dalle linee architettoniche, la tecnologica e i movimenti scenici: ?È rappresentato in maniera subliminale: dall'apertura sull'asse orizzontale del sipario in ledwall prima concavo e poi convesso, e dall'apertura sull'asse verticale del sipario Kinetic polarizzato?.

Non manca, naturalmente, la scala, protagonista di tanti Festival, che Bocchini reinterpreta partendo dall'idea del piccolo bicchiere richiudibile: ?Le persone della mia generazione - ricorda - lo hanno usato in molte situazioni. È davvero un oggetto cult degli anni '60. E anche questo elemento scenografico ci permetterà di trasformare la scena nella forma, nelle atmosfere e nei colori, ?personalizzandoli? per ogni artista?.

La scenografia è impreziosita, inoltre, dalle sculture in policarbonato artistico dello scultore Davide Dall'Osso: ?Un connubio tra due arti?, conclude Riccardo Bocchini, ?che arricchisce sicuramente il valore dell'immagine globale. L'idea è quella di cogliere e portare fin dentro la scena di Sanremo quello che gli spagnoli chiamano el duende, lo spirito che possiede l'artista - la sua anima, il suo corpo - nel momento del suo maggior splendore. E questo rappresentano anche le sculture, ballerine, collocate nell'atrio dell'Ariston?.