Home TvNews e AnticipazioniSanremo 2018: la scenografia del 68° Festival

28 Gennaio 2018 | 15:04

Sanremo 2018: la scenografia del 68° Festival

Emanuela Trixie Zitkowsky: "La mia città della musica"

 di Lorenzo Di Palma

Sanremo 2018: la scenografia del 68° Festival

Emanuela Trixie Zitkowsky: "La mia città della musica"

Foto: Baglioni e la nuova scenografia del Festival  - Credit: © Rai

28 Gennaio 2018 | 15:04 di Lorenzo Di Palma

La Rai ha svelato un altro pezzo dell’enorme puzzle che comporrà il prossimo imminente Festival di Sanremo, pubblicando la prima immagine della scenografia del teatro Ariston realizzata da Emanuela Trixie Zitkowsky, che aveva già firmato il Festival nel 2014.

“Pensata come un auditorium, è concepita prospetticamente per espandersi nel Teatro Ariston” spiega la scenografa del 68° Festival della canzone italiana, raccontando l’incontro tra luce, immagine e architettura sul palco dell’Ariston, che accompagnerà lo spettacolo delle canzoni davanti ai milioni di telespettatori a casa e ai 1.273 spettatori seduti in teatro.

Incontro che prevede “maglie larghe in acciaio”, un trionfo del bianco che simbolizza la “purezza dell’arte” ed “elementi architettonici donano volumi di scena a rappresentare un agglomerato urbano, una città del futuro” con “un volumetrico pentagramma ove nuove note danno vita all’anno zero della musica italiana così come concepito dal Direttore Artistico”, spiega Emanuela Trixie Zitkowsky.

“Mille metri quadrati di video e di luce - prosegue la scenografa - trasformano il tempio immacolato in una tavolozza dai mille colori. Un sipario progettato in quattro lame scende e preserva gli spazi preannunciando nuove visioni attraverso le sue 4.870 lampadine a goccia che richiamano il passato ma custodiscono nel nucleo nuove tecnologie proiettate nel futuro”.  

Foto: Baglioni e la nuova scenografia del Festival - Credit: © Rai