Home TvNews e Anticipazioni«Secondo Costa», il nuovo show di Costantino Della Gherardesca

«Secondo Costa», il nuovo show di Costantino Della Gherardesca

Nella prima puntata del programma in onda su Rai 2 il tema sarà quello del razzismo. Ospiti Nina Moric e Lory Del Santo

Foto: Costantino Della Gherardesca  - Credit: © Rai

24 Maggio 2017 | 12:39 di Valentina Cesarini

Da stasera mercoledì 24 maggio in seconda serata su Rai 2 per quattro puntate andrà in onda il nuovo programma condotto da Costantino della Gherardesca «Secondo Costa». Vedremo il conduttore in una veste tutta nuova: un viaggio attraverso quattro temi molto importanti per l'uomo soprattutto in questa epoca, ovvero amore, salute, cibo e integrazione.

Dagli incontri con gli esperti dei settori a quelli con persone che raccontano esperienze private fino agli opinionisti, Costantino si propone di scandagliare - con il suo spirito ironico e disincantato - i nodi di queste quattro aree valutandone contraddizioni e pregiudizi da abbattere. Obiettivo del programma sarà quello di fornire allo spettatore un racconto sulla società contemporanea. Trovare l'anima gemella, sottoporsi a esami e trattamenti per testare il proprio stato di salute, esplorare il pregiudizio incontrando persone di etnia, religione e fede politica diverse, studiare il modo in cui si crea un food brand di successo: questi alcuni dei modi con cui l’irriverente conduttore si mette alla prova. “Secondo Costa” è un racconto tutto personale da cui emerge una fotografia giocosa eppur reale dell'Italia contemporanea, e attraverso il quale Costantino porta alla luce, tramite il suo punto di vista, quello che pensiamo quando parliamo di amore, salute, cibo e integrazione.

La prima puntata in onda stasera alle 23.10 avrà come punto focale proprio quello del razzismo e dell'integrazione. Durante la puntata Costantino Della Gherardesca si trova a discutere con diversi esponenti di etnie e religioni che formano la società multiculturale del nostro paese, cercando di fare chiarezza sulle ragioni che alimentano i contrasti tra culture; provando a confutare alcuni falsi miti riguardanti le minoranze etniche; entrando in contatto con la “pancia del paese” - come quando partecipa a una trasmissione di Radio Padania - o provando a “redimere” una “fascista del terzo millennio” come Nina Moric, portandola con sé a partecipare al venerdì di preghiera della moschea di via Padova a Milano.

Per capire quali siano le ideologie e le opinioni che descrivono meglio lo scenario evocato dal tema dell’integrazione, Costantino decide di approfondire il principale movente del razzismo: il pregiudizio. Costa accetterà l’idea di fare amicizia con un nucleo famigliare di un campo rom di Milano, che andrà a conoscere e che in seguito inviterà a casa sua per offrirgli un pranzo in compagnia dei suoi amici, lo chef Davide Scabin e Lory Del Santo. Alla fine del suo viaggio nel tema dell’integrazione, Costa dimostra di aver capito che l’integrazione non è un problema ma la soluzione; che ogni tipo di razzismo e pregiudizio può essere abbattuto solo dalla curiosità verso chi è diverso da noi e dalla voglia di conoscere il mondo.