Home TvNews e Anticipazioni“Social Distance”: la serie Netflix girata durante il lockdown

“Social Distance”: la serie Netflix girata durante il lockdown

Otto storie girate in quarantena durante i primi mesi della pandemia, in streaming su Netflix dal 15 ottobre

14 Ottobre 2020 | 10:15 di Valentina Barzaghi

Debutta il 15 ottobre su NetflixSocial Distance” la serie creata da Hilary Weisman Graham insieme all’ideatrice di “Orange Is the New Black” Jenji Kohan, interamente girata durante la quarantena con un cast messo insieme a distanza.

“Social Distance” è una serie antologica in otto parti che vuole raccontare come le persone - o perlomeno alcune di esse - hanno reagito all’incertezza del periodo e al conseguente isolamento. Ogni episodio è raccontato attraverso un punto di vista e un supporto digitale, focalizzandosi sull’esperienza emotiva dei soggetti narranti. La separazione forzata dai propri affetti e l’obbligo a una comunicazione senza possibilità di un rapporto tangibile e in presenza, sono al centro dell’indagine proposta dalla serie, che grazie alla tecnologia si sposta di continuo dentro e fuori le case dei suoi protagonisti.

Il cast

Al centro delle storie di “Social Distance” ci sono Danielle Brooks (“Orange Is the New Black”), Mike Colter (“Luke Cage”), Oscar Nuñez (“The Office”), Guillermo Diaz (“Scandal”), Asante Blackk (“When They See Us”), Peter Scanavino (“Law & Order”), Max Jenkins (“Dead To Me”), Marsha Stephanie Blake (“When They See Us”), Dylan Baker (“The Good Wife”) e molti altri. Ciascuno di essi, circondato da coloro con cui sta condividendo la quarantena, rapporta la propria esperienza a quella di altri tramite video.

“Social Distance” è uno dei primi prodotti televisivi che provano a raccontare lo strano anno che stiamo vivendo. Il fatto che sia stato girato durante la quarantena, e non a posteriori, lo rende una testimonianza unica e immediata delle reazioni umane di fronte a un evento inaspettato e sconosciuto.