“Striscia la notizia” chiude un’altra stagione di vittorie

Il tg satirico di Antonio Ricci termina un'annata ricca di ascolti e battaglie vinte

Gerry Scotti e Michelle Hunziker  Credit: © Niccolò Cambi/Massimo Sestini
9 Giugno 2021 alle 12:24

Ennesima stagione di successo (la 33esima, che terminerà il 12 giugno) per "Striscia la notizia". Tantissime le battaglie - molte vinte, altre ancora in corso d’opera - affrontate dai suoi inviati. Migliaia le segnalazioni che arrivano dagli spettatori che, quotidianamente, scrivono alla redazione del per ottenere risposte e soluzioni che non riescono ad avere altrove.

Dalle opere incompiute come strade, scuole e ponti, alla salvaguardia dell’ambiente e degli animali, dalla lotta alle fake news, alla tutela di indifesi come disabili e migranti, dai furbetti del vaccino, alle feste clandestine durante il lockdown, dai guaritori miracolosi ai concorsi truccati e tanto altro ancora.

Queste le dichiarazioni di Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5: «Striscia la notizia, da 33 edizioni, racconta con spirito e arguzia vizi e virtù del nostro Paese, mantenendo saldamente la leadership dell’access prime-time sul pubblico attivo, il più pregiato per gli investitori pubblicitari. L’ultima stagione del tg satirico di Antonio Ricci, in particolare, si è contraddistinta per la quantità d’inchieste realizzate, di scoop centrati, di temi scottanti sollevati e posti al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica. Dal suo bancone, volti amatissimi hanno saputo intrattenere con intelligenza e simpatia: in quest’ultima tranche di conduzione hanno brillato Michelle Hunziker e Gerry Scotti, che ringrazio calorosamente - assieme al grande Ricci, talento inesauribile, e a tutto il team produttivo e autorale - per l’energia e la passione messe in campo. L’appuntamento con Striscia n. 34, intanto, è già fissato: torna a settembre sull’ammiraglia Mediaset, pronto a svelare, divertire e far riflettere quel pubblico che, da sempre, ne riconosce l’autorevolezza e ne condivide i valori».

Seguici