Home TvNews e Anticipazioni«Top Gun»: Tom Cruise in volo su Paramount Channel  

«Top Gun»: Tom Cruise in volo su Paramount Channel  

In attesa de «La mummia» in uscita al cinema a giugno, prosegue il 21 maggio dalle 21.15, la rassegna dedicata ai film dell'attore americano. In programma anche «Risky Business – Fuori i vecchi… i figli ballano»

Foto: Kelly McGillis e Tom Cruise, protagonisti di«Top Gun»  - Credit: © Paramount Pictures

21 Maggio 2017 | 13:59 di Angelo De Marinis

In questi giorni si parla tanto delle avventurose riprese de La mummia, il nuovo film con Tom Cruise diretto da Alex Kurtzman in uscita al cinema l’8 giugno. Riuscirà a emozionare come le acrobazie del pilota Pete "Maverick" Mitchell?

Top Gun, in onda il 21 maggio alle 21.15 su Paramount Channel (visibile sul canale 27 del digitale terrestre), rientra nella rassegna mensile che in maggio Paramount Channel ha dedicato a Tom Cruise. La pellicola girata nel 1986 da Tony Scott, racconta le missioni militari di Maverick sul leggendario F-14 Tomcat e la sua storia d’amore con Charlie, interpretata da Kelly McGillis, istruttrice nella base navale i cui i piloti sono addestrati.

Alle 23.30 va in onda Risky Business - Fuori i vecchi...i figli ballano, una commedia  del 1983 in cui l’attore americano interpreta Joel, un diciassettenne che si ritrova a casa da solo perché suoi genitori sono partiti per una lunga vacanza. Elettrizzato dalla nuova dimensione di vita, si lancia in una serie di esperienze e avventure durante le quali conosce e si mette in “affari” con la squillo Lana, interpretata da Rebecca de Mornay, usando la propria casa come luogo per gli appuntamenti. Joel si mette nei guai perché la sua decisione non è gradita a Guido, il protettore di Lana.

Per renderlo credibile nei panni di uno studente agli ultimi anni di liceo, i produttori del film consigliarono a Cruise di perdere chili e di acquisire un fisico più tonico, risultato ottenuto allenandosi sette giorni alla settimana. Un impegno ripagato: è il film che lo porta al successo e gli permette di ottenere nel 1984 la candidatura ai Golden Globe come miglior attore protagonista maschile.