Home TvNews e AnticipazioniA «Verissimo» il fenomeno pop Benji & Fede e Ornella Muti con la figlia Naike Rivelli

A «Verissimo» il fenomeno pop Benji & Fede e Ornella Muti con la figlia Naike Rivelli

Ospiti della Toffanin, nella puntata di sabato 22 aprile, anche Cristiano Malgioglio, il ballerino Kledi e Aida De La Cruz (Candela de «Il Segreto»).

 - Credit: © ufficio stampa mediaset

22 Aprile 2017 | 13:00 di Angelo De Marinis

Sabato 22 aprile su Canale 5, torna con una ricca puntata piena di ospiti, l’appuntamento con Verissimo. La Toffanin accoglierà per la prima volta nel suo studio, Ornella Muti e la figlia Naike Rivelli, che si racconteranno con un’intervista esclusiva. La coppia madre-figlia siederà accanto alla Toffanin per smentire le presunte dicerie che le hanno riguardate nell’ultimo periodo.

Tra i principali ospiti troviamo anche Benji & Fede, i due idoli della nuova generazione, nati direttamente sul web e diventati in poco tempo protagonisti delle classifiche musicali italiane, che sono riusciti a registrare il sold out in soli 10 giorni per il loro primo concerto al Forum di Assago. I due ragazzi racconteranno inediti particolari della loro vita quotidiana e privata, presenteranno anche il loro ultimo singolo, suonando e cantando dal vivo per il pubblico di Verissimo.

Parlando invece di danza, ci sarà come ospite l’ex ballerino professionista e ora professore della scuola di Amici di Maria De Filippi, Kledi Kadiu.

Mentre per i fan de Il segreto, troviamo Aida De La Cruz, la dolce e risoluta pasticciera Candela.

Anche Cristiano Malgioglio, si confiderà nel salotto della Toffanin. Parlerà per la prima volta di un suo grande amore mai rivelato :“Sono stato innamorato di Maria Schneider, l’attrice di Ultimo Tango a Parigi. Non l’ho mai detto, ma probabilmente sarebbe stata la donna della mia vita. Forse è stato un amore platonico. Ogni volta che ci vedevamo io tremavo sempre”.

Riguardo alla sua scomparsa, avvenuta nel 2011 a causa di un brutto male, Cristiano confida: “Quando è venuta a mancare per me è stato un dolore atroce, come perdere una sorella, un’amica”. Maria – aggiunge - ha sofferto troppo nella vita. Sono stati poco carini anche i registi italiani, nessuno di loro la chiamava per lavorare. ‘Ultimo Tango a Parigi’ l’ha mortificata, distrutta”.