Home TvNews e AnticipazioniZelig tv si accende in chiaro dal 25 febbraio

Zelig tv si accende in chiaro dal 25 febbraio

Arriva sul canale 243 del Digitale Terrestre la nuova tv con show, talk, cinema, comicità, ma anche serie tv, documentari e approfondimenti

Foto: Ale e Franz

23 Febbraio 2018 | 17:52 di Redazione Sorrisi

Da domenica 25 febbraio si accende in chiaro sul 243 del Digitale Terrestre «Zelig tv». Un nuovo canale firmato da Bananas Media Company in collaborazione con Smemoranda. Alle 13.00 andranno in onda in anteprima le principali produzioni, tra quelle originali ci sono «Zelig Time», «Stars», «L'arte di vivere», «Circa» e «Peoplefrom». 

Ad aprile partirà anche la web TV con una programmazione per la maggior parte inedita, per sperimentare nuove idee e lanciare talenti, con un punto di vista comico che non dimentica mai il sociale e la realtà che ci circonda. 

LUnedì

In prime time, quattro i format autoprodotti:
Da lunedì 26 febbraio
21.30 - «Zelig Time»: 20 puntate con la conduzione di Federico Basso e Davide Paniate composte da monologhi audaci senza censura che vedranno alternarsi sul palco di viale Monza 140 una trentina di comici: da nuovi volti a Daniele Raco, Ale Baldi, Gigi Rock, Simonetta Guarino, Ippolita Baldini e Bruce Ketta. Non mancheranno gli sketch e gli intermezzi musicali.

Martedì

Dal 27 febbraio
21.30 - «Stars», incontri ravvicinati condotti da Giancarlo Bozzo, direttore artistico di Zelig TV qui nei panni di autore e conduttore. Protagoniste le vite dei comici più noti: dal Mago Oronzo (Raul Cremona) ad Ale e Franz, Antonio Ornano, Amalgama (Basso, Paniate, Cinelli e Betti), Katia Follesa, Flavio Oreglio, Marco Della Noce, Giobbe Covatta, Gioele Dix e molti altri.

Mercoledì

Dal 21 marzo 
21.30 - «Circa»: quiz comico in cui l’approssimazione è il motore della comicità e del divertimento. Alla conduzione Federico Basso, mentre i concorrenti, Davide Paniate, Ale Betti, Gianni Cinelli e Silvio Cavallo, si sfidano sugli argomenti più disparati.

Giovedì

Dal 1 marzo
21.30 - «L'arte di vivere»: talk showd'arte e comicità condotto da Leonardo Manera e dal critico d’arte Carlo Vanoni. In ogni puntata l'intervista a un noto personaggio italiano e gli interventi musicali di Jessica Cochis. Tra i primi ospiti, Yuri Chechi (nella prima puntata), Matteo Caccia, Drusilla Foer, Marco Berry, Davide Oldani e Gino e Michele.

Venerdì

21.30 - «Io mi racconto»: serie di interviste esclusive a cura di Andrea Broglia, alle icone del cinema italiano. Ermanno Olmi, Giuseppe Tornatore, Mario Monicelli, Pupi Avati, Dario Argento, Tinto Brass, ma anche Sandra Milo, Monica Bellucci, Valeria Golino, Paola Cortellesi, Pier Francesco Favino, Michele Placido, Luca Argentero, Jerry Calà, Diego Abatantuono, Vincenzo Cerami, Furio Scarpelli e tanti altri,
raccontano le proprie vite.

Daytime

«Peoplefrom»: pillole di 12 minuti pensate per mantenere aperto il dialogo tra Zelig TV e il suo pubblico. Sette inviati speciali da sette diverse città italiane - Ivan Fiore da Palermo, Marco e Chicco da Bari, Vincenzo Comunale da Napoli, Paolo Arcuri da Roma, Daniele Raco da Genova, Elisabetta Gullì da Torino e Giovanna Donini da Milano – scenderanno in strada per intervistare i cittadini.

«Frammenti»:  spezzoni video opportunamente montati, agli archivi di Zelig Cabaret.

Pomeriggio

Il pomeriggio sarà dedicato agli approfondimenti informativi in collaborazione con associazioni e realtà cooperative che operano come volontari, ONG e non profit nei territori del sociale. Aderiscono al progetto Emergency, Diversity e il network di Radioimmaginaria gestito interamente da adolescenti che ad aprile sarà in onda con «141 e 5», in programma dal lunedì al sabato alle 14.15.

Fiction

Marzo
Dal lunedì al venerdì - 20.30:  «George & Mildred» tra le fiction più amate di tutti i tempi celebra una comicità pungente e ricca di battute taglienti e doppi sensi. Sarà trasmesso integralmente con tutti i 38 episodi da 30’ ciascuno.

Dal 5 marzo
Dal lunedì al venerdì- 21.00: «200 The It Crowd», comedy nata dalla penna dello sceneggiatore irlandese Graham Lineham che racconta con ironia sarcastica e irriverente dell’inettitudine sociale dei nerd.