Orietta Berti: «In attesa del GF Vip curo il giardino e i miei cani»

Sarà la nuova opinionista del reality di Canale 5 e a Sorrisi dice: «La vera vacanza è... stare a casa!»

1 Agosto 2022 alle 08:26

Con Orietta Berti abbiamo appuntamento per l’intervista alle tre del pomeriggio perché il lunedì mattina lei va al mercato. Al telefono di casa risponde il marito Osvaldo: «Le passo Orietta, tanti auguri di buona estate» saluta. Poi alla cornetta arriva lei, super pimpante: la nuova opinionista del “Grande Fratello Vip”, scelta da Alfonso Signorini, che partirà a settembre su Canale 5. Ma prima di parlare di tv, siamo curiosi di sapere...

...Orietta, cosa ha comprato di bello stamattina al mercato?
«Nuove coperte per i cani, i miei due molossi, Otello e Olimpia: due fratelli di 8 anni. Prima dormivano sui divani letto, adesso sono vecchietti e non si possono più arrampicare. Il veterinario mi ha suggerito di mettere i materassi per terra, quindi mi servivano degli asciugamani per coprire questi materassi. Ma al mercato ho comprato anche la frutta e la verdura».

Ne mangia tanta?
«Di verdura e pesce ne posso mangiare a volontà. Frutta, poca. Sto attenta anche alla pasta: se mangio quella, niente riso o pane. E non mangio tanta carne perché non mi piace mangiare gli animali. Li amo molto: in casa ho anche nove gatti. La più pestifera è Alice, che ho trovato in un pollaio in mezzo alle galline. È la cocca di Osvaldo e non sta ferma un momento».

Uguale a lei: sempre in giro.
«Davvero. Fino ad agosto farò una trentina di concerti in giro per l’Italia».

E dove trova tutta questa energia?
«Amo il mio lavoro, ed è quello che mi dà l’energia. Però prendo anche gli integratori di magnesio e potassio».

È sempre attenta alla salute.
«Sì, ho appena ritirato le analisi e le rifarò a settembre. Per tenere sotto controllo il colesterolo, la glicemia...».

Come contrasta ultimamente la sua celebre insonnia?
«Faccio il bucato, mi organizzo. Magari di notte nelle prossime settimane studierò le schede dei concorrenti del “GF Vip”. Al momento, guardo i vecchi film. L’altra mattina alle cinque davano “Il Casanova” di Federico Fellini. Un capolavoro. Sono andata a svegliare Osvaldo per fargli vedere quella scena stupenda con tanti lampadari».

Suo marito non si lamenta se lei lo sveglia così presto?
«Ormai è abituato (ride)».

Partirete per le vacanze?
«No, non partiamo: per me la vacanza è stare a casa, curare il mio giardino, le spese... devo fare rifornimento di calze e cosmetici per l’autunno. Passeremo qualche giorno in famiglia, con le mie nipotine. Olivia ha già 3 anni ed è curiosa, è felice quando le racconto le favole e vuol guardare sempre le figure dei libri; la piccola di casa, Ottavia, è una pacioccona: mangia e dorme sempre».

Quindi per il prossimo viaggio dovrà aspettare la seconda stagione di “Quelle brave ragazze” su Sky. Tornerà nel cast?
«Io ripartirei subito con Mara Maionchi e Sandra Milo. Mi piacerebbe tanto vedere i Castelli della Loira, in Francia. Per Mediaset non ci sono problemi, bisogna capire però se ci stiamo con i tempi e gli impegni».

Non sarà più ospite fissa al tavolo di Fabio Fazio a “Che tempo che fa”.
«Ma a Fabio voglio un gran bene e andrò a trovarlo una sera a settembre, a presentare il mio nuovo cofanetto musicale».

I suoi figli sono contenti del suo ritorno in Mediaset?
«Molto. Perché è un ritorno felice. Iniziai con la sigla di “I sogni nel cassetto” di Mike Bongiorno che ero incinta di Otis. E ora mio figlio mi segue sempre sul lavoro. Però mi ha già detto che stavolta non mi potrà accompagnare sempre a Roma per via delle bambine. Pazienza, c’è il treno ad alta velocità. Parto lunedì, martedì rientro e poi venerdì torno giù per la seconda puntata settimanale».

Con l’altra opinionista del “GF Vip”, Sonia Bruganelli, vi siete già incontrate?
«Sì, la conoscevo già. Mi ha invitato nella sua trasmissione “I libri di Sonia” (su TimVision, ndr), a parlare della mia biografia: “Tra bandiere rosse e acquasantiere” (Rizzoli, ndr)».

Litigherete?
«Dipenderà dalle circostanze...».

Cosa si aspetta il conduttore Alfonso Signorini da lei?
«Che dica tutto quello che penso, così come mi viene».

Si sta già allenando per avere un’opinione sugli argomenti più spinosi?
«A dire il vero, no».

La alleniamo noi. Iniziamo dalla politica: che ne pensa del voto a settembre?
«Se i politici avessero avuto la testa sul collo, non avremmo votato a settembre, ma in primavera nel 2023».

Passiamo ora al riscaldamento globale...
«Ricordo un’estate caldissima già 15 anni fa. Mi trovavo a Los Angeles e in hotel anche dal rubinetto dell’acqua fredda usciva acqua bollente. In più ora c’è anche la siccità e temo che nelle estati a venire sarà sempre peggio».

Meta estiva preferita dagli italiani: mare o montagna?
«Il mare. Perché la montagna è più faticosa. Mi piaceva l’Alto Adige, ma quando camminavo con i bambini nel passeggino su e giù per i sentieri era durissima. In spiaggia invece non devi fare nulla: ti sdrai al sole e guardi passare la gente...».

(Fanta)scienza: esiste la vita extraterrestre, nello spazio?
«L’universo è così grande. Mi sembra strano che i privilegiati siamo solo noi».

E la vita oltre questa vita?
«Per chi crede, ci sono segnali che arrivano dalle persone care che non ci sono più. O forse è il nostro affetto per loro, il nostro cuore, che ci fa credere che ci siano».

Esame da opinionista superato, cara Orietta! Ma lei è un’artista e un personaggio a tutto tondo. Tanto che Mediaset sta pensando a uno show celebrativo della sua carriera. Come le piacerebbe che si intitolasse e chi inviterebbe?
«Il titolo che vorrei è “La festa di Orietta”. E sul palco chiamerei tutti i ragazzi con cui ho lavorato: Fedez, Achille (Lauro, ndr), Fabio Rovazzi, Manuelito (Hell Raton, ndr)...».

Amadeus l’ha già chiamata come co-conduttrice del prossimo Festival di Sanremo?
«Ma Amedeo non chiama me, semmai telefona a Pasquale (Mammaro, il manager di Orietta, ndr). Io sono sempre l’ultima a sapere le cose».

L’anno prossimo compirà 80 anni. Che regalo desidera?
«Nove chili in meno! Sono a dieta da settimane, ma non ne ho ancora perso neanche uno».

Seguici