Pino Insegno condurrà o no “L’Eredità”? Il caso è aperto

Sono cambiati i piani della Rai e del produttore Banijay, ma il manager del conduttore promette battaglia

10 Novembre 2023 alle 15:29

Negli ultimi giorni non si parla d'altro: la Rai ha deciso di non affidare più "L'eredità" a Pino Insegno a partire dal gennaio 2024, come invece era stato annunciato nella presentazione dei palinsesti stagionali. La decisione è stata presa insieme con Banijay Italia, la società che produce il game show di Rai1.

Ma a dare battaglia adesso è il manager di Insegno, Diego Righini, che all'agenzia Adnkronos ammette di aver avuto nelle ultime ore questa comunicazione ufficiale da parte della Rai. «L'esclusione ci è dispiaciuta molto» ha dichiarato «ma abbiamo pronta una controproposta».

Secondo Righini, che ha già incontrato il direttore del Daytime Rai, Angelo Mellone, il contratto di Insegno (che includeva "Il mercante in fiera", i cui ascolti hanno suscitato discussioni nelle ultime settimane) «era blindato» e riguardava «"L'eredità" o un programma similare» (è stato fatto il titolo di "Affari tuoi")

E quindi la proposta del manager è di affidare a Insegno un altro programma in inverno e poi "Reazione a catena" in estate, al posto di Marco Liorni. Altrimenti, dice Righini, «ci faremo sentire nelle sedi competenti». La palla ora passa alla Rai…

Seguici