Home TvProgrammi“A te le chiavi”, tutti i consigli di arredamento di Paola Marella

“A te le chiavi”, tutti i consigli di arredamento di Paola Marella

Dopo il successo della scorsa edizione è tornata alla conduzione del game show in onda la domenica pomeriggio su La7

Foto: Paola Marella

27 Febbraio 2020 | 16:27 di Simona De Gregorio

Dopo il successo della scorsa edizione, Paola Marella è tornata alla conduzione del game show "A te le chiavi", in onda la domenica pomeriggio su La7. In ogni puntata una coppia (fidanzati, coniugi, genitore e figlio) ha la possibilità di vincere la ristrutturazione del proprio appartamento se indovina il costo dei lavori necessari. Abbiamo quindi chiesto all’esperta qualche suggerimento per dare una rinfrescata alle nostre case senza interventi strutturali.

Partiamo dai colori delle pareti.
«Direi di evitare il bianco, che è un “non colore”. Meglio puntare su tonalità pastello chiare, non troppo forti».

La carta da parati è tornata di gran moda. Come utilizzarla?
«Sconsiglio di tappezzare un’intera stanza. Meglio limitarsi a una sola parete. In camera da letto sta bene dietro la testata del letto. In sala può essere utilizzata in una nicchia o per decorare una colonna o un muro sporgente. E sta bene anche in bagno per rivestire il soffitto e le parti al di sopra delle piastrelle».

E per l’illuminazione?
«Giocherei su diversi piani di luce, più forte in alcuni punti e più soffusa in altri, utilizzando lampade a sospensione, da terra e da tavolo».

Passiamo ai componenti di arredo, tipo tappeti e tende.
«Un tappeto nella zona giorno, in sala da pranzo o in salotto, rende più caldo l’ambiente. Ma non ne utilizzerei più di uno. Per quanto riguarda le tende, meglio di un colore che richiama quello dei serramenti, dei mobili e del pavimento per non creare un eccessivo contrasto. E sui divani stanno benissimo i cuscini, di diverse dimensioni, ma di un’unica nuance per evitare l’effetto Arlecchino».

Quadri e specchi aiutano a dare personalità alla casa?
«Sì. Per esempio uno specchio all’ingresso serve a allargare gli spazi. Se la sala è piccola consiglio un solo grande quadro. Altrimenti, se si ha a disposizione una parete di grandi dimensioni, stanno bene specchi o quadri di diverse dimensioni con cornici che richiamino lo stile della casa».