Home TvProgrammiAlessandro Cattelan porta EPCC a teatro (e in prima serata)

Alessandro Cattelan porta EPCC a teatro (e in prima serata)

«Ridere su una cosa non vuol dire sottovalutarla ed essere seri su una cosa non significa capirla» è la filosofia di Cattelan anche per queste puntate speciali. Tra gli ospiti della prima serata: Emily Ratajkowski e Tommaso Paradiso

Foto: Emily Ratajkowski con Alessandro Cattelan a «EPCC a teatro»

24 Settembre 2018 | 17:51 di Manuela Puglisi

Il late night show di Alessandro Cattelan arriva in prima serata a si sposta a teatro. Prende il via dal 25 settembre, per sei appuntamenti, dalle 21.15 ogni martedì su Sky Uno. Il palcoscenico per queste puntate speciali sarà quello del teatro Franco Parenti di Milano.

La ricetta non cambia: ospiti dal mondo dello spettacolo, dello sport e non solo. Torna anche la house band del programma, gli Street Clerks, mentre varia la durata delle puntate (saranno di un'ora), lasciando più spazio a monologhi e interviste, sketch.

Gli ospiti

Nel corso della prima prima puntata vedremo già la partecipazione ospiti di un certo calibro. A Valerio Mastandrea il compito di dare il via al programma con un video di apertura che cita «Birdman». Alla modella e attrice Emily Ratajkowski, per la prima volta ospite della televisione italiana (che per l'occasione è stata portata a mangiare il pollo per strada a Milano, da Giannasi), e a Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti quello di inaugurare le interviste di questa edizione speciale.

Ci saranno anche: Chiara Ferragni, Daria Bignardi, la senatrice Monica Cirinnà, il genetista Riccardo Sabatini. Non mancheranno interventi di personaggi dal mondo dello spettacolo come Benji & Fede, Salmo, Achille Lauro e Quantin40. Tra gli sportivi: Alex Del Piero con cui si giocherà a black jack con il pallone, Andrea Dovizioso e il campione di eSports Nicolò Mirra.

Tra gli ospiti c'è chi è riuscito a superare le aspettative più rosee di tutti coloro che lavorano a «EPCC». Ad Andrea Bocelli, ad esempio, «Abbiamo fatto una proposta di ingresso, pensando di essere sufficientemente scemi. Dato che in America è stato appena definito “living legend” (leggenda vivente), gli abbiamo detto “Ti andrebbe di venire da noi, nonostante ciò, scherzando un po'? Magari canti i Beatles, ma un remix di Gigi D'Agostino". Pensavamo che ci mettesse giù il telefono e invece ha detto “Ok, ma se posso farlo sui pattini a rotelle”».

Con Roberto Saviano, Cattelan si metterà in competizione «Io l'anno scorso, per una battuta che adesso non starei a rivangare, ho vissuto due giorni da Saviano in cui tutti mi hanno insultato». La gara sarà quindi tra gli insulti ricevuti dal conduttore sui social in quei due giorni e quelli ricevuti dallo scrittore nel corso della sua vita. Quali sono quelli diretti a Saviano e quali quelli diretti a Cattelan?

I monologhi e i temi

In ogni puntata, non ci sarà solo spazio per l'intrattenimento puro, ma anche per diversi temi «Dal politicamente corretto allo humor nero in televisione. Abbiamo girato un video in cui abbiamo ucciso Elisabetta Canalis, siamo pornti a immaginarci un futuro in cui il suggeritore automatico del nostro telefonino, o la presenza di tecnologia nella nostra vita, possa umanizzarsi e assillarti nelle giornate, magari prendendo la forma di Alessandro Borghi. Abbiamo cercato di capire che cosa voglia dire essere radical chic oggi, sembra che sia il peggior insulto che qualcuno possa ricevere attualmente in questo paese» ha anticipato Cattelan «Ci sono alcuni argomenti su cui ci si rabbuia senza motivo e forse una chiave potrebbe essere iniziare a sdoganarli ridendoci su. Ridere su una cosa non vuol dire sottovalutarla ed essere seri su una cosa non significa capirla».

La parola ad Alessandro Cattelan